Ricordo di GIANCARLO MENOTTI

 

Si preparava alla 50^ edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto e curava la messa in scena de "La Medium" a Montecarlo

E’ scomparso GIANCARLO MENOTTI

Si è spento a Montecarlo, il giorno 1 di febbraio, il M° Giancarlo Menotti, nato a Cadegliano, in provincia di Varese, nel 1911.
Da sempre portato per la Musica, da giovanissimo frequentò il Conservatorio di Milano e, su consiglio di Arturo Toscanini, iniziò a studiare Composizione al Curtis Institute di Philadelphia, sotto la guida di Rosario Scalero.
Esordì nel 1937 al Metropolitan di New York con ‘Amelia al Ballo’. Da allora compose numerose Opere, fra cui ‘The Medium’ (La Medium) nel 1945 e ‘The Telephone’ (Il Telefono) nel 1947.
Con ‘The Consul’ (Il Console), nel 1950, ottenne una copertina sulla rivista ‘Time’ ed il Premio Pulitzer per la migliore Opera musicale dell’anno. Un’altra Opera, ‘The Saint of Bleecker Street’ (La Santa di Bleecker Street), nel 1954, rappresentata per la prima volta al Broadway Theatre di New York, gli fruttò il secondo Pulitzer. Compose Opere fino al 1986: "Goya" è di quell’anno
Nel 1958 fondò il Festival dei Due Mondi di Spoleto, a cui il suo nome è stato e resterà legato, quale indiscusso organizzatore, autore e regista.
Egli si rammaricava, però, che la propria fama derivasse più da questo Festival che, negli anni, aveva assunto sempre di più importanza e peso internazionale, che per la propria Musica, che amava, a suo dire, molto di più. Però si prodigò sempre per il "suo" Festival, in una sorta di amore-odio. Nel 1977 lo portò negli Stai Uniti e lo diresse per 17 anni; dal 1986 ne diresse tre edizioni anche in Australia, a Melbourne. Proseguendo ad occuparsi di quello italiano, negli ultimi anni della sua vita si dedicò, però, anche alla composizione di Musica da camera e di una cantata per Coro e orchestra. Per due anni, dal 1992 ahttp://www.boomy.it/News.asp?R=2564#l 1994, fu Direttore Artistico del Teatro dell’Opera di Roma.
La sua frenetica attività di compositore e poi di organizzatore e regista si legava ad un carattere piacevole e dignitosamente signorile; quasi da Old English Gentleman, soprattutto da quando aveva fissato in Scozia la propria residenza. Parlando della sua vita si definiva "metà credente e un po’ peccatore e scettico", anche se era devotissimo. A Spoleto lo chiamavano "il Duca", perché si riteneva possessore di un potere assoluto in seno al Festival; il che era dimostrato spesso da furibondi litigi e storiche "rotture" con celebri personaggi. Ma fino all’ultimo Giancarlo Menotti sembrava capace di non arrendersi alla vecchiaia. Negli ultimi anni, poiché l’età assai avanzata lo ostacolava, aveva delegato molto del suo lavoro al figlio adottivo Francis, che, come egli fortemente voleva, è assai probabile che lo sostituisca nell’arduo compito di tenere in vita e dirigere il Festival. Il Maestro ne aveva organizzato e diretto ben 49 edizioni, "più regolari del liquefarsi del sangue di San Gennaro", aveva detto egli stesso. Si preparava alla 50^ ed a Montecarlo, al momento della sua scomparsa, curava la messa in scena de "La Medium".
Le Opere di Menotti non si dimostrano all’ascolto né particolarmente cerebrali, nè "difficili" o criptiche. La sua produzione è fluente in maniera naturale e la scrittura è eclettica, sapiente e scaltra; egli si basava sullo stile operistico e sinfonico ottocentesco, con qualche incursione negli stilemi pucciniani. Questo rendeva la sua musica melodica e fruibile.
Come sopra ricordato, avrebbe voluto essere celebrato e ricordato soprattutto per essa. Glielo auguriamo di tutto cuore, poiché le sue doti musicali, probabilmente, erano superiori a quelle organizzative e registiche.
Natalia Di Bartolo

http://www.boomy.it/News.asp?R=2564# 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...