4 CLARINETTI 4: il QUARTETTO POMARICO in Concerto

 
Un quartetto d’eccezione: quattro clarinetti; tre in SI bemolle ed uno basso, abilmente suonati da quattro valenti musicisti: Paolo Salemi, Giuseppe Monachino, Alfonso Burgio e Carmelo Farruggia.

E’ il "Quartetto Pomàrico", che dimostra come quattro strumenti, uguali nel nome, ma dissimili nel suono e nella forma, possano convivere e formare un’ensemble strumentale da Camera completa come una piccola orchestra.

Il clarinetto è uno strumento a fiato ad ancia semplice e fa parte dei "legni". Derivato da uno strumento medievale detto "chalumeau", esso conobbe la sua forma moderna verso la metà del ‘700 e si perfezionò agli inizi dell’800.

Il quartetto Pomàrico è nato a Milano. Scioltosi alla morte di uno dei musicisti del Gruppo, il M°. Pomàrico, appunto, che fu tra i fondatori, è stato ricostituito Sicilia da elementi che già ne facevano parte e dalla Sicilia è ripartito, qualche anno fa, con ben riposte ambizioni.

Capace di rendere ogni brano frizzante e ben caratterizzato, il gruppo, che si è esibito sabato 17 marzo nella magnifica cornice medievale del castello Chiaramonte di Favara (AG), ha spaziato, brillantemente come sempre, dalla Classica al Jazz, ai moderni ritmi contemporanei, dimostrando come si possa fare musica "insieme" nel garbo e nella gradevolezza sonora di uno strumento poco diffuso, in gruppo, nelle formazioni da Camera.

Il pubblico, numeroso e qualificato, ha risposto con entusiasmo alla particolarità di formazione dell’ensemble, apprezzandone i pregi di scelta del repertorio e di affiatamento professionale.
Il Quartetto, infatti, dimostra un amalgama ammirevole nei ruoli ben definiti di ciascuno strumento; il singolo suono del singolo clarinetto è caldo, denso, morbido all’ascolto e chi lo suona ha una sintonia particolare con gli altri: il suono prodotto sembrerebbe provenire da un unico strumento e non da quattro. Il Maestri che ne fanno parte utilizzano, per i loro clarinetti, sofisticati bocchini di cristallo ed ance speciali, forniti loro in esclusiva proprio dalla ditta Pomàrico, anch’essa intitolata al musicista scomparso.

I Concerti del quartetto, dal gusto particolare ed esclusivo, quindi, si gustano nella sala di un castello, come a teatro, o fra gli storici resti archeologici di una villa romana: la buona musica è se stessa ovunque e l’ensemble si esibisce sempre con successo, diffondendo Cultura, comunicando al pubblico la passione che la anima e dispensando pura gioia musicale a chi, con la stessa gioia, l’ascolti.

 
Inserita il 19 – 03 – 07
 
Fonte: Natalia Di Bartolo
 
 
 
 
 
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...