Il QUARTETTO POMARICO: Concerto al tramonto

 
La recensione di Natalia Di Bartolo

Si è volto il 25 luglio, nella splendida cornice naturalistica del Giardino del Lido “Scala dei Turchi” di Realmonte (AG), nell’ambito di ESTATEMUSICA, Manifestazione all’interno del Cartellone estivo “Scala dei Turchi – Costabianca di Realmonte”, il Concerto “Musica, mare, bianche scogliere in un Tramonto d’estate”, attesa performance del Quartetto Pomarico, Gruppo da Camera che sta meritatamente sempre più riscuotendo successi di pubblico e critica.

L’ensemble è formata da quattro musicisti che suonano tutti lo stesso strumento: il clarinetto; tre clarinetti in SI bemolle ed uno basso, abilmente gestiti da quattro ottimi Maestri: Alfonso Burgio, Carmelo Farruggia, Giuseppe Monachino e Paolo Salemi.

Con la raffinatezza propria di un gruppo di professionisti che sa il fatto suo quanto a tecnica strumentale, il "Quartetto Pomàrico" ha, come sempre, dimostrato come quattro strumenti, uguali nel nome ma dissimili nel suono e nella forma, possano convivere e formare un’ensemble da Camera completa come una piccola orchestra.

Il programma ha spaziato dalla Classica, al Jazz al moderno, ma con una marcia in più: lo splendore della natura realmontese, ormai nota in tutto il mondo. La Scala dei Turchi, infatti, costone candido di pietra calcarea erosa da millenni di mareggiate e vento di libeccio, a strapiombo sul verde mare di Sicilia e che sovrasta una spiaggia di sabbia dorata e finissima, ha fatto da sfondo ad un Concerto che si è svolto appositamente al tramonto, che in quei luoghi si presenta particolarmente spettacolare e coinvolgente.

La sinergia tra il luogo, lo spettacolo naturale di luci, riflessi e colori dispensato generosamente dalla Natura e la Cultura e l’Arte Musicale, offerte dalla Musica, hanno creato un’atmosfera irripetibile, dove i numerosi spettatori sono rimasti come piacevolmente “sospesi”, in una dimensione che ha visto il suddetto insieme portatore di estreme, balenanti ed uniche suggestioni.
Il pubblico, ormai a conoscenza del valore dell’ensemble e, quindi, recatosi consciamente ad assistere ad un concerto particolarissimo, ha molto apprezzato anche il ricco programma e l’amalgama del gruppo, capace di emettere suoni perfettamente calibrati gli uni con gli altri, in un ottimale risultato d’insieme.

Il suono di ciascun clarinetto, caldo, denso, morbido all’ascolto, ha esaltato, quindi, la sintonia entro la quale si muovono disinvoltamente i componenti del Gruppo, che utilizzano, per i loro strumenti, sofisticati bocchini di cristallo ed ance speciali, forniti loro in esclusiva dalla ditta Pomàrico, che, come il Quartetto stesso, porta il nome del M°. Pomarico, tra i fondatori del Gruppo a Milano, oggi scomparso. Scioltasi alla sua morte, l’ensemble si è ricostituita in Sicilia anni dopo, mantenendo al proprio interno musicisti che già ne avevano fatto parte; ed è ripartita alla conquista del pubblico alla Musica da Camera, con risultati eccellenti e sempre in crescendo

Il Quartetto Pomarico si distingue, quindi, non solo per il valore tecnico-musicale che è capace di porgere agli spettatori, ma anche per l’originalità delle scelte di luogo, orario e repertorio, capaci di conferire alle sue già ottime performances un valore aggiunto, che le guida e guida il pubblico verso sempre più prestigiosi traguardi d’Arte e Cultura.

Realmonte (AG), 25 luglio 2007

Voto: StellaStellaStellaStella
 
 
 
 
 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...