O’ SCIA’ di Baglioni a Lampedusa: musica ed ospiti illustri

 
Tre serate musicali ricchissime di nomi di gran richiamo animeranno l’inizio dell’autunno a Lampedusa il 27, 28 e 29 settembre, sulla spiaggia di Cala Giutgia della splendida isola dell’agrigentino.

Anche Francesco Rutelli, Ministro dei Beni Culturali e Vicepresidente del Consiglio e Clemente Mastella, Ministro della Giustizia, sbarcheranno nell’isola, dove saranno ospiti d’onore della grande manifestazione canora. La loro presenza e’ stata confermata dalle autorita’ locali, come pure quella del ministro per la Solidarieta’ sociale Paolo Ferrero e del portavoce di Forza Italia, Paolo Bonaiuti.

Parteciparanno alla prestigiosa kermesse artisti del calibro di Avion Travel, Mario Biondi, Matia Bazar, Simone Cristicchi, Annalisa Minetti, Fabrizio Moro, Neri Marcoré, Neri Per Caso, Niky Nicolai, Stefano Di Battista, Franco Califano, Sergio Cammariere, Paola Cortellesi, Enzo Gragnaniello, Le Vibrazioni, Ricky Tognazzi, Mariella Nava, Eugenio Bennato, Alex Britti, Fabio Concato, Pino Daniele, Don Backy, la maltese Ira Losco, Paolo Bonolis, Rossella Brescia, e Laura Pausini.

Nomi di gran richiamo in tutti i sensi per un pubblico che assedia l’isola già da mesi: biglietti introvabili, alloggi inaccessibili, comunicazioni intasate, ma tanta voglia di musica.

Ogni anno, dal 2003, Claudio Baglioni e l’amministrazione comunale di Lampedusa organizzano questa fenomenale kermesse musicale gratuita a Lampedusa, che vede presenti molte stelle del pop italiano e internazionale.

O’ Scia’ in lampedusano significa ‘fiato’, nel senso di ‘vita mia’.
Ma Claudio Baglioni preferisce contraddistinguere il nome del festival come : Odori, Suoni, Colori d’Incontri d’Arte. O’ Scia’, appunto.

Lo scopo dell’iniziativa è di far ricordare alla società e alle istituzioni il problema della immigrazione clandestina, e O’ Scia’ è un modo di dare una straordinaria dignità a Lampedusa che compare troppo spesso nelle cronache solo per fatti tragici legati appunto alla immigrazione clandestina.

Nel mese di Dicembre e’ stata avviata la Fondazione O’ Scia’, ovvero una istituzione che si occupera’ di promuovere i temi vicini all’iniziativa che Claudio Baglioni aveva quasi iniziato per scherzo nel 2003, e che sta diventando una vera e propria iniziativa sociale, culturale, musicale, di portata internazionale e che sta ottenendo riscontri positivi a tutti i livelli , dai semplici fans fino ai politici del Parlamento Europeo.

Rossella Barattolo, compagna di Claudio Baglioni (nella foto, col cantante) e gia’ presidentessa del ClaB, l’associazione dei fans di Claudio Baglioni, é la presidentessa e prima ispiratrice della neonata fondazione.

Confermando le anticipazioni, O’ Scia’ 2007 diventera’ un evento itinerante che, oltre a Lampedusa, si svolgera’ in altri paesi. Malta, sicuramente; Tripoli – Libia, forse; Canarie – Spagna, magari.

Rossella Barattolo ha dichiarato, infatti, la settimana scorsa, che si sta attivando perche’ O’ Scia’ 2007 diventi un evento itinerante, portando fuori dall’Italia il messaggio di solidarieta’, di tolleranza e di pace, sostenuto dalla musica, che da sempre lo contraddistingue.

In tale circostanza, Rossella Barattolo ha confermato i contatti molto avanzati con Malta, e ha annunciato imminenti contatti con il premier spagnolo. Successivamente contattera’ le autorita’ libiche, anche grazie all’aiuto della World islamic call society ed altri ancora.

La Fondazione O’Scia’ ha inoltre lanciato un progetto creativo che convolgera’ tutte le scolaresche d’Italia che vorranno partecipare. Il nome, "Clan-Destino", ha lo scopo di far riflettere i bambini delle scuole su un modo diverso di intendere la parola clandestini e cioè, un clan, e i destini che seguono gli immigrati, una volta arrivati in Europa e quindi la loro integrazione.

Una manifestazione davvero di alto livello anche sociale, quindi, per Lampedusa ed anche un modo per diffonderne la fama di paradiso turistico nel mondo.

Inserita il 22 – 09 – 07
 
 
 
 
Annunci