Inaugurata la STAGIONE SINFONICA del TEATRO MASSIMO “BELLINI” di Catania

 
La recensione di Natalia Di Bartolo

Grande successo di pubblico e critica per il Concerto d’apertura della Stagione Sinfonica 2007 del Teatro Massimo "Bellini" di Catania, inauguratasi il 12 ottobre, con replica il 13 per gli abbonati del turno B.

Il Direttore stabile M°. Stefano Ranzani ha diretto un concerto ponderoso e spettacolare dal punto di vista del programma e della resa di un’Orchestra stabile di gran valore tecnico, artistico e professionale, tra le migliori in Italia. Di questa faceva parte, come secondo violoncello, un professore recentemente scomparso in un tragico incidente stradale, in ricordo del quale, alla prima, è stato osservato un commosso minuto di silenzio.

Le due importanti e note sinfonie eseguite sono tra i capolavori della musica dell’Ottocento: la Sinfonia n. 2 in re magg., op. 36 di Ludwig van Beethoven (Bonn, 1770-Vienna, 1827) e la Sinfonia n. 1 in re magg., “Il Titano”, di Gustav Mahler (Kalischt, 1860–Vienna, 1911).

La Sinfonia n. 2 di Beethoven fu scritta agli inizi dell’Ottocento e può essere considerata la conclusione del primo periodo viennese del grande musicista tedesco.
Tra le meno eseguite e dunque tra quelle che meritano maggiore attenzione all’ascolto da parte del pubblico, la n. 2 fu rappresentata per la prima volta a Vienna nel 1803.

Composizione tra le più sofferte e travagliate di Mahler, la Prima Sinfonia ebbe una lunga gestazione, dal 1885 fino al 1889, l’anno della sua prima esecuzione, avvenuta a Budapest il 20 novembre di quell’anno.
La nuova Sinfonica del “Bellini” parte dunque con un appuntamento di grande interesse che, in sé, è l’espressione della filosofia che ispira il cartellone di tutta la Stagione 2007-2008: in ogni concerto coesisteranno una composizione molto nota e una che merita di essere meglio conosciuta.

Le due mastodontiche opere sinfoniche in programma hanno avuto proprio ne "Il Titano" di Mahler il perno definitivo ed avvolgente; appassionante per il pubblico, al punto da far richiedere un bis alla fine del Concerto, con entusiastici applausi ritmati e batter di suole sul parterre.

Il maestro Stefano Ranzani, nato a Milano, è stato allievo di Bernstein e quindi di Gavazzeni di cui è stato anche assistente. Ha diretto numerose orchestre in Italia e all’estero, Scala, Maggio Musicale, Glyndebourne Orchestra, Regio di Torino, Rai di Torino, Berliner Philarmoniker, Tokyo Philarmonic, Bayerische Rundfunk, Wiener Staatsoper, Deutsche Oper, solo per citare le principali. Più volte apprezzato ospite del “Bellini”, è dalla scorsa primavera il direttore stabile dell’orchestra e si appresta a dirigere “Tosca”, di Giacomo Puccini, l’opera con cui il 30 ottobre ripartirà la Stagione Lirica 2007 dopo la pausa estiva.

Un ennesimo successo per il Maestro, dunque, e per l’Orchestra del Teatro, che hanno di fronte una lunga, impegnativa e prestigiosa Stagione concertistica.

Il successivo appuntamento con la Stagione Sinfonica è previsto per il 16 e 17 novembre quando il maestro Alain Lombard dirigerà l’orchestra del “Bellini” ancora in un programma di musiche di Mahler.

[Dettagli e schede dei prossimi Concerti in "Oggi a" Catania]

Voto: StellaStellaStellaStellaStella
 
 
 
 
ranzani12ott07
Ranzani 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...