L’UNIONE DEI COMUNI al Convegno Lions “Storia della Sicilia”

 

Si è tenuto il 26 gennaio u.s, nei locali del Centro Sociale di Siculiana (AG), il Convegno "Storia della Sicilia", organizzato dal Lions di Siculiana, Eraclea e Capo Rossello, sotto l’egida dell’UNIONE DEI COMUNI Siculiana, Cattolica Eraclea, Montallegro e Realmonte, presieduta dal Sindaco di Realmonte, ing. Giuseppe Farruggia (nella foto).

 

Sindaco Farruggia2

 

I lavori del Convegno, interessante e vario nel suo percorso, che ha avuto come Relatori il prof Giovanni Scala, l’On. dott. Luigi Granata ed il Lion dott. Prof Giuseppe Veneziano, sono stati aperti dal dott. Carmelo Vitello, attuale Presidente del Club Siculiana, Eraclea e Capo Rossello e sono stati preceduti da interessanti "interventi di saluto" dei rappresentanti della suddetta ‘Unione dei Comuni", con in testa il pregnante intervento del Presidente Farruggia.

 

Il Sindaco di Realmonte, nelle vesti anche di Presidente dell’Unione, ha rivolto ai presenti un breve, ma esaustivo indirizzo di saluto e di commento a quelli che sarebbero stati gli interventi dei Relatori, sottolineando, fra l’altro che: " La nostra Storia, sofferta, vissuta, a volte, purtroppo, subìta, ma mai priva di contenuti altissimi di Cultura e di sviluppo del Pensiero, delle Arti, delle Scienze, è un esempio di come il popolo siciliano abbia saputo vivere da sempre quel che accade giorno per giorno con partecipazione, orgoglio, con quel carattere che consente ad un popolo di essere protagonista attivo della Civiltà di una Terra. 

La Sicilia ha da sempre e sempre sofferto, sotto il giogo di innumerevoli conquistatori e dominatori, ma il nostro popolo non ha mai perso quello che contraddistingue un “grande Popolo”: la Dignità, dote di vita e di carattere. 

La Storia della Sicilia è immensa, sconfinata, quasi, in tutte le sue sfaccettature. Trattarla in una sola serata sarebbe, ovviamente, impossibile. I nostri Relatori, quindi, pur tracciando un panorama “generale”, hanno “scelto” periodi ben precisi ed importantii del cammino mai facile né mai “scontato” della nostra gente."

 

Il pensiero dell’ing. Farruggia si è poi soffermato sull’attualità dei temi storici che di lì a poco sarebbero stati trattati: " Quando si parla di “Storia”, anche in senso lato, si pensa a qualcosa di “polveroso”, di “passato”, di argomenti per addetti ai lavori; invece, bisogna sottolineare che la storia della Sicilia è sempre e comunque ancora “in divenire”, e anche che noi tutti ne siamo i protagonisti. 

Il Service di questa sera, quindi, ci riguarda da vicino, non solo perché, come dicevano i Padri Latini “Historia magistra vitae est”, ma anche perché coinvolge, con quelle dei nostri antenati e predecessori, le nostre vite, le vite di tutti noi, in ogni senso, da quello morale a quello materiale, dalle usanze alle superstizioni, dalle lotte di classe alle conquiste dei lavoratori, dalla miseria al tenore di vita dignitoso per tutti. "

 

Il Sindaco di Realmonte non ha mancato, infine, di sottolineare l’importanza dell’avvenuta Unione dei Comuni suddetti sotto la sua Presidenza: "Avvenimenti, allora, come quello dell’Unione dei Comuni che si è concretizzata qui nell’agrigentino, fra Cattolica Eraclea, Siculiana, Montallegro e Realmonte e che mi onoro di presiedere, non deve “passare” “sanza infamia e sanza lodo”, ma deve rappresentare un impegno paritario fra tutti gli aderenti , affinché l’unione di Comuni con matrici, esperienze, culture, tradizioni diverse, contribuisca alla concordia delle genti siciliane e significhi “continuità” per la Storia della nostra Sicilia."

 

Una serata, quindi, all’insegna dell’amicizia, della collaborazione, della Cultura, in pieno senso Lionistico e di spontanea correttezza, desiderio d’ordine, pace e pacifiche relazioni e collaborazione fra le genti di Sicilia.

 

Natalia Di Bartolo

 

Commenti

Anonimo

28 gennaio 2008   20:07

Lodevolissimo l’impegno dimostrato dagli Amministratori dell’Unione dei Comuni, 100, 1000 iniziative che tendano a rendere consapevoli i Siciliani del loro glorioso passato e porlo ad esempio per un altrettanto importante futuro.

Pregevole il Richiamo fatto dal relatore On. Luigi Granata che nella Sua prolusione ha messo in evidenza lo Stefanese "LORENZO PANEPINTO" Uomo d’un pezzo, fulgido esempio di coraggio nella lotta senza quartiere alla MAFIA.

Quindi lode all’intuito del Presidente Lions Carmelo Vitello che con estremo coraggio ha affrontato un Tema "scottante" in una terra che cerca riscatto, proprio dal Suo recente Passato che non brilla per esempi insigni di Legalità; ma che tiene inserbo uomini Con la "U" maiuscola che cercano nel quotidiano riscatto con l’onesto lavoro manuale ed intellettuale.

L’Applauso a Lorenzo Panepinto dimostra la preparazione dell’Assemplea presente, anche grazie al chiarissimo intervento dell’On. Luigi Granata profondo conscitore delle lotte operaie.

Anonimo

27 gennaio 2008   22:23

Annunci