AGRIGENTO: vincente la Rassegna-Concorso Nazionale EUTERPE-MEDITERRANEO IN MUSICA per le scuole medie ad indirizzo musicale.

 
Grande successo ha riscosso ad Agrigento la Rassegna Nazionale EUTERPE-MEDITERRANEO IN MUSICA, riservata alle orchestre formate dagli allievi delle scuole statali secondarie di primo grado ad indirizzo musicale dei paesi del Mediterraneo ed ai solisti di strumento della stessa connotazione, giunta quest’anno alla sua quarta edizione e svoltasi dal 28 al 30 aprile u.s.

La nutrita partecipazione di oltre trenta scuole, provenienti non solo dalla Sicilia, ma da diverse altre regioni, ha confermato la formula vincente dell’organizzazione e della messa in atto della Manifestazione, che fa prevedere un prosieguo meritato e sempre più ricco nei prossimi anni.

Euterpe 02bis

La formula vincente di cui sopra sta nella dedizione e nell’attenzione spesa dagli organizzatori, con il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Ufficio scolastico regionale, della Provincia e del Comune di Agrigento, per la realizzazione di un’idea nata quattro anni fa dall’ispettrice scolastica dott.ssa Giovanna Zaffuto e che ha trovato nella dirigente dell’istituto comprensivo "Pascoli" di Agrigento, prof.ssa Rosa Cremona, insieme al preside della "Garibaldi" della stessa città, prof. Natalino Proto ed al pianista M°. Stefano Tesè, coadiuvato dalla prof.ssa Anna Maria Van der Poel, terreno fertile ed attivissimo. Gli organizzatori, quindi, non si sono risparmiati né in tempo né in qualsiasi altro risvolto logistico per far sì che la Rassegna riuscisse degna di questo nome e quanto più possibile indovinata nella sua dinamica e nei ritmi e tempi di svolgimento, mettendo anche a disposizione dei vincitori numerosi premi diversificati, per un ammontare complessivo di diecimila euro in buoni acquisto per articoli musicali.

Strutturata in due giorni di audizioni e di esibizioni ed in una serata finale, la kermesse “Euterpe-Mediterraneo in Musica”, ha attirato l’attenzione del pubblico e dei media, che non si sono anch’essi sottratti al dispiegare ampie notizie ed interviste, sia sui giornali, che sui telegiornali, che sul web.

La novità di quest’anno si è rivelata indovinatissima, in quanto si è voluto porgere alla cittadinanza agrigentina una parte della rassegna in maniera “diretta”, ovvero facendo suonare le ensemble dei ragazzi partecipanti lungo la via principale di Agrigento e zone circostanti, cosa che ha deliziato per ben due serate il folto pubblico che si è soffermato ad ascoltare e ad applaudire i musicisti in erba.
"Abbiamo fatto si che la manifestazione non si svolgesse esclusivamente al chiuso e abbiamo individuato tre postazioni; una nella scalinata Madonna degli Angeli, una nel Cortile Celauro e una nella Discesa Giambertoni, per far sì che la musica di questi ragazzi venisse condivisa da tutta la cittadinanza", ha detto la dirigente dell’istituto comprensivo "Pascoli", prof.ssa Rosa Cremona, “anima” portante della manifestazione

Nel frattempo, la Giuria tecnica, al Palacongressi del Villaggio Mosè, alle porte della città dei Templi, nei due giorni di audizioni, lavorava alacremente e con l’imbarazzo della scelta, poiché ciascuna audizione porgeva pregi del tutto unici e, quindi, l’irrinunciabile dovere di segnalare i vincitori, dopo averli scelti, districandosi tra le finezze tecniche esecutive ed interpretative, non già assegnando una valutazione generica al primo impatto: la maggior parte delle ensemble aveva la coerenza e lo spessore di gruppi professionistici e quindi la Giuria, formata dalla dirigente scolastica dott.ssa Graziella Fazzi, dalla dott.ssa Natalia Di Bartolo, soprano, e dal chitarrista e compositore M°. Francesco Buzzurro, ha avuto un bel da fare nel valutare e nello scegliere i migliori tra i migliori.

La serata finale, al Palacongressi, il 30 aprile, si è presentata, quindi, come un vero e proprio concerto dei gruppi vincitori, fra cui ha spiccato l’orchestra della Scuola “Cavour” di Catania, che ha vinto il premio più prestigioso per la migliore esecuzione di brani tratti dal repertorio classico; nonché la presenza di alcuni dotati solisti appartenenti ad altre scuole. Fra questi, una menzione speciale della Giuria è andata alla violinista realmontese Rosa Alongi, che, accompagnata al pianoforte dal M.° Stefano Tesé, ha eseguito una czarda. Il preside dell’Istituto comprensivo realmontese "Garibaldi", Giovanni Bruno Gallo ha raccolto anch’egli i consensi del pubblico e della Giuria nei confronti dell’attività musicale che si pratica a scuola a Realmonte ed in quella della presenza della violinista in erba e di gran belle speranze fra le menzioni speciali della Rassegna-Concorso di livello Nazionale.

Una vera e propria festa per tutti i ragazzi delle ensemble più qualificate, felici del traguardo raggiunto, per i professori che li hanno preparati con scrupolo, diligenza e grande abilità didattica, per i presidi delle rispettive scuole e per tutti gli spettatori, sindaco di Agrigento Zambuto in testa, che hanno goduto di una serata gradevolissima e di esecuzioni musicali certamente di livello superiore.

E già si parla della Rassegna Concorso "EUTERPE-Mediterraneo in musica" del 2009…

 
Annunci