REALMONTE: I CONVEGNO di studi sullo scrittore GIUSEPPE TAMBURELLO

 
Sabato 31 maggio p.v. si terrà a Realmonte, nell’Aula Magna dell’I.C. "Garibaldi" il "I CONVEGNO DI STUDI "Riflettori su GIUSEPPE TAMBURELLO (1868-1942), scrittore della nostra terra".
Relatori saranno la prof.ssa ROSELLA TAMBURELLO, il prof. PAOLO COTTONE ed il prof. SALVATORE DI MARCO.
 
 
Tamburello1
 
PROGRAMMA:
 
Ore 16,30: Saluto delle Autorità
 
Ore 17: Relazioni
 
ROSELLA TAMBURELLO:
Giuseppe Tamburello: l’uomo e lo scrittore.
 
PAOLO COTTONE
Le fonografie realmontane di Giuseppe Tamburello
 
SALVATORE DI MARCO:
Relazioni letterarie tra Alessio Di Giovanni e Giuseppe Tamburello
 
Dibattito
 
Conclusioni.
 
 
Tamburellolocandina
 

Giuseppe Tamburello nacque a Cattolica Eraclea il 19 ottobre 1868. Da giovane si trasferì a Realmonte dove visse tutta la sua vita. Sposò Rosa Palumbo di Siculiana ed ebbe numerosa prole. Morì il 1° settembre 1942.

 

Dedicò la sua esistenza alla scuola e fu per moltissimi anni Direttore Didattico. Si interessò anche della stampa e fu corrispondente del Giornale di Sicilia.

Partecipò alla vita culturale e letteraria del suo tempo, assai vivace in Sicilia, e fu in stretta collaborazione con Alessio Di Giovanni e con il gruppo di rinnovamento della letteratura dialettale siciliana.

 

Ingiustamente dimenticato, a 140 anni dalla nascita, si vuole rivalutarlo. È un atto dovuto verso un grande scrittore e un esponente di primo piano nel campo delle ricerche etnoantropologiche, avendo studiato e messo in risalto la vita della gente del suo paese.

 

Del suo attivo e fecondo impegno letterario ci rimangono alcune opere: Maju sicilianu di Alessio Di Giovanni (Napoli. 1897); Feste popolari di Realmonte (Palermo, 1897); Sull’aia, fonografie realmontane con introduzione di Alessio Di Giovanni (Napoli, 1900); Un felibre siciliano (Palermo, 1908). Non si hanno notizie su alcuni lavori varie volte annunziati e forse andati perduti quali: Poeti popolari della provincia di Girgenti e una raccolta di fiabe dal titolo Da fornarino a re.

 
 
La cittadinanza è invitata ad intervenire.
 
 
A cura di Natalia Di Bartolo
 
 
 
 
Annunci