Successo dell’HAPPENING di Pittura “EMOZIONI VISIVE” a Porto Empedocle (AG): il via alla “NON COMPETIZIONE” nelle Estemporanee

 
Porto Empedocle 19 luglio  2008 059
 

Italia, Sicilia, Agrigento, Porto Empedocle…Potrebbe sembrare un lungo itinerario, ma l’Arte viaggia veloce sulle ali della Cultura e l’Arte è approdata anche a Porto Empedocle, con un ben accolto e ben riuscito “Happening” di Pittura e Scultura, voluto fortemente dal promoter Michele Agusta, come Mecenate di lungimirante intuizione.

 

L’interessante Manifestazione, art director Joseph Miliziano, ha visto al lavoro un folto gruppo di artisti delle Arti Visive, ben ventinove protagonisti.

 

Questi i nomi, tutti da citare, lodando ciascuno per serietà, puntualità, compostezza ed impegno:

 

Sebastiano Caracozzo

Sebastiano Catania

Matteo Caruana

Antonella Cirrito

Domenico Cocchiara

Nuccio Cremone

Francesco D’Amico, in arte “Fradà”

Natalia Di Bartolo

Salvo Di Pietra

Cinzia Ditta

Alessandro Frenna

Stefano Gallitano

Sonia Lattuca

Claudia Messana

Joseph Miliziano, in arte “Mili”

Lillo Modica

Raimondo Poggetti

Rino Pony

Carmelo Presti

Salvatore Principato

Giovanni Proietto

Giovanna Puccio

Giusy Russo

Salvo Scherma

Ignazio Schifano

Tommaso Serra

Giovanni Tedesco

Giuseppe Vella

Giuseppe Ventura

 

Giunti al tavolo dell’organizzazione alle h. 9.00 del 19 luglio 2008, gli artisti, provenienti da diverse parti della Sicilia, ricevuta la tela offerta dal promoter Agusta, hanno dato luogo, in due giorni, ad un interessantissimo esprimersi della propria Arte, "in diretta", dal supporto bianco all’opera completa. Nello stesso tempo, la maggior parte di essi ha esposto anche qualche esemplare delle proprie opere, quale conciso, ma significativo spaccato di personalissime tematiche ed intenti, sottolineando così, in positivo, le proprie identità e diversità.

 

Nello spazio antistante il ristorante "La Locanda" dell’Agusta, che si affaccia sulla centralissima via Roma, quindi, gli Operatori delle Arti visive, compresa chi scrive, hanno messo in atto, fra la gente, la loro ispirazione artistica, con le tecniche più svariate.

 

L’evento richiedeva “Destare ‘Emozioni’ e ciò è pienamente accaduto.

“Destare Emozioni”…questo è l’invito che rivolgo agli artisti che partecipano all’Happening di pittura – scriveva il promoter nella brochure – (…) Ricevere ‘Emozioni’… è l’auspicio per Coloro che ci daranno il piacere di venire a vedere l’evento e che ne sono destinatari."

 

E, certamente, di emozioni gli artisti protagonisti ne hanno distribuito a piene mani, attirando la curiosità dei passanti, che spesso si sono soffermati davanti a ciascun quadro, chiedendo all’autore notizie sul tema o sulla tecnica o sul motivo ispiratore; interessandosi, insomma, e sentendosi coinvolti in un avvenimento quanto meno insolito per la centralissima strada di Porto Empedocle, meta del passeggio di cittadini e turisti.

 

Porto Empedocle 19 luglio  2008 131

 

La Manifestazione è stata fatta opportunamente coincidere con i festeggiamenti della Madonna del Carmine, che nella cittadina marinara conta innumerevoli devoti. Questo ha ovviamente arricchito di pubblico l’Happening, che si è snodato scorrevole lungo due intere giornate, interrotto soltanto dagli squisiti pasti,  offerti ad artisti ed accompagnatori dal Ristorante “La Locanda”.

 

Nella serata del 19 luglio, le opere, alcune complete, altre ancora da rifinire, sono andate in mostra “on the road”, “sulla strada” cioè, esposte ordinatamente su cavalletti e supporti lungo la via Roma, in un insieme di gradevole impatto visivo, mentre la vita notturna empedoclina si snodava affollata e curiosa.

 

Altrettanto “on de road” si sono trovate le opere nella serata del 20 luglio, ormai complete e consegnate agli organizzatori dagli artisti entro le h. 18.00, costituendo ancora una volta polo di attrazione e di sincero interesse per la gente di passaggio.

La serata festosa del 20 luglio si è conclusa con gli interventi di saluto da parte degli organizzatori, con la consegna degli attestati di partecipazione a tutti i pittori e, prima dell’ottimo rinfresco finale, offerto dal caffé “Vigata”,  con la relazione verbale della scrivente, che ha trascorso, artista fra gli artisti, anch’ella due giorni di corroborante “full immersion” nel colore e nelle forme, facendosi carico oltre che di donare, così come tutti, il proprio dipinto estemporaneo al promoter Agusta, come previsto nel Regolamento dell’”Happening”, anche di un compito certamente difficile: quello di recensire la Manifestazione, sviscerandone gli aspetti più evidenti ed interessanti.

 

A questo punto, per iniziare a farlo, occorre sottolineare la novità della non competitività dell’evento. Il fatto che non fossero previsti né vincitori né vinti si è dimostrato positivo ed incoraggiante, a favore della socializzazione fra gli artisti stessi, che, privati della “suspence” per l’assegnazione dei premi, si sono espressi in maniera più aperta e distesa, sia nella realizzazione delle opere, sia nei rapporti interpersonali con i colleghi, creando e rafforzando conoscenza, amicizia, collaborazione e scambio fattivo d’idee.

 

Il livello complessivo degli elaborati si è dimostrato assolutamente dignitoso, buono, in alcuni casi, in altri ottimo; ma, per par condicio, si tacciano i nomi, a favore di un complimento da estendersi a tutti, poiché artisti, a volte di notevole spessore tecnico ed ammirevole caratura, hanno saputo, in appena due giornate, creare ciò che resterà.

 

Le tecniche? Le più svariate: dal collage polimaterico, alla pittura acrilica, allo smalto, all’aerografo, agli ingredienti più inediti ed impensabili, con misture che sembravano magiche per luminosità e possibilità di stesura di spessore variabile; alla scultura in pietra ed in metallo e corda. Le capacità inventive degli artisti apparivano come infinite ed i segreti “di bottega” venivano fuori dalle loro labbra, mentre lavoravano, con la naturalezza della chiacchiera, svelando ai colleghi l’uso di tale o tal altro “intruglio” di impensabile composizione e di corrente uso financo nell’edilizia. Una vera “scuola” per chi volesse saperne di più sui moderni materiali in uso oggi in pittura.

 

La Manifestazione artistica, dunque, nel suo complesso, si è rivelata vincente, di lodevole intento, di efficiente organizzazione e di buona riuscita complessiva. Successivamente all’Happening, come da Regolamento, i dipinti rimarranno al neo-Mecenate Agusta e verranno installati in un ambiente del locale a cui ha fatto  capo la Manifestazione, destinato in futuro ad incontri culturali.

 

Anche il Sindaco di Porto Empedocle, dott. Clogero Firetto, e l’Assessore alla Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo, Edoardo Carmina, hanno visitato la Mostra e presenziato alla cerimonia conclusiva, elogiando, con brevi interventi, l’intraprendenza dei singoli e la lodevole iniziativa promossa da un privato, senza alcun apporto di tipo istituzionale.

 

Porto Empedocle 20 serata luglio  2008 027

 

Per concludere, allora,  è il caso di sottolineare che l’”Happening” di quest’anno potrà essere un evento sicuramente gradevole da ripetere negli anni a venire, rendendolo un piacevole appuntamento con l’Arte nell’assolata e sicilianissima Porto Empedocle; nonché da imitare in altri contesti, poiché rendere l’artista libero da vincoli di natura economica e di competizione per questa, può rendere anche l’Arte più libera di esprimersi e di librarsi, per volare ancora più in alto e più lontano.

 

Natalia Di Bartolo

 

http://nataliadibartolo.spaces.live.com

 

 

http://www.agrigentoflash.it/news/show/happening-di-pittura-%E2%80%9Cemozioni-visive%E2%80%9D-a-porto-empedocle.html 

 

http://www.siciliainformazioni.com/giornale/cultura/24425/happening-pittura-emozioni-visive-porto-empedocle-alla-competizione-nelle-estemporanee.htm

 

Annunci