Mese: agosto 2008

GROTTE (AG): 30 agosto: consegna dei Premi di ‘LIRICA SOTTO LE STELLE’

 
Si terrà giorno 30 agosto 2008 alle ore 21:00, nella suggestiva sede della Torre del Palo di Grotte (AG), l’ottava edizione di "Lirica sotto le Stelle" Gran Gala Lirico.

In scena il basso Salvatore Salvaggio ed i vincitori della seconda edizione del Premio "Lirica sotto le Stelle – Alla Giovane Promessa", i mezzosoprano Makie Nomoto(Giappone) e Caterina Tartaglione (Agrigento).

Ospite illustre della serata sarà Teresa Procaccini (nella foto), compositrice di fama internazionale, alla quale verrà consegnato il Premio "Alla Carriera – Lirica sotto le Stelle".

 
procaccini2.small
 
Teresa Procaccini è autrice di una vasta produzione (circa 200 lavori) che comprende opere liriche, balletti, opere sinfoniche, da camera, per banda, symphonic band e didattiche, eseguite in Italia e all’estero. Diplomata in pianoforte, organo (con Fernando Germani) e composizione (con Virgilio Mortari), ha diretto nel 1971 e 1972 il Conservatorio di Foggia e sino al 2001 ha insegnato composizione al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma. Premiata in concorsi nazionali e internazionali, ha tenuto corsi di perfezionamento presso il Festival di Città di Castello, l’Accademia “Respighi” di Assisi, gli “Internationalen Meisterkursen” di Duren (Germania), l’Estate musicale frentana di Lanciano.
Le sue composizioni sono edite da Sonzogno, Zanibon, Edipan, Carisch, Bongiovanni, Curci, Leduc, Seesaw, Rugginenti, Scomegna, Pizzicato Helvetia, Berbén, Wicky, Carrara.
Notevole la produzione musicale per ragazzi (operine didascaliche, fiabe musicali con voce recitante, musiche per coro di voci bianche,pezzi per giovani strumentisti (archi, fiati, percussione) e volumi didattici (con musicassette allegate) editi da A.Armando e Gulliver.
Ha scritto commenti musicali per lavori teatrali e cartoni animati per la RAI. Quasi tutte le sue composizioni sono incise su dischi Edipan, Bongiovanni, Edizioni Paoline, Electrecord di Bucarest, Rugginenti, Grammophon AB BIS di Stoccolma, Nuova Era Records, Scomegna, Altarus e Crystal Records (U.S,A), Lira classica M.A.P.
Si è anche dedicata con successo all’organizzazione di concerti e dal 1972 è direttore artistico dell’Associazione Amici della Musica di Foggia e consulente di varie associazioni musicali in Italia, Ha ideato la Rassegna itinerante “Compositrici di ieri e di oggi”.
E’ spesso invitata a far parte (quale Presidente o componente) di Giurìe di concorsi nazionali e internazionali e come relatore di Convegni musicologici.
 
Pianista accompagnatore sarà il M° Simeone Tartaglione.

In programma celebri arie tratte da Opere di Rossini, Donizetti, Puccini, Bizet.

Un appuntamento annuale da non perdere.

Inserita il 29 – 08 – 08
Fonte: Natalia Di Bartolo
 
 
Annunci

Si è conclusa ESTATEMUSICA JAZZ: LOREDANA SPATA, “TRIBUTE TO JOBIM”: come il Brasile entra nel sangue

 

Serata “soft”, il 27 agosto u.s. nella splendida cornice dell’anfiteatro Costabianca di Realmonte: si è chiuso in bellezza con LOREDANA SPATA: “TRIBUTE TO JOBIM”, l’Evento ESTATEMUSICA JAZZ, facente parte delle manifestazioni COSTABIANCA 2008 della città della Scala dei Turchi.

 

Concerto Bossanova L Spata 27 agosto  2008 033

Loredana Spata con una splendida ragazza brasiliana

 

Sostenuti da una consistente e navigata sezione ritmica (Paolo Passalacqua al pianoforte, Igor Ciotta al basso, Sergio Schifano alla chitarra, Paolo Mignosi alla batteria) e da eccellenti solisti come il  chitarrista palermitano Vincenzo Palermo, il sassofonista Orazio Maugeri e la cantante Florinda Piticchio,  7 voci  che hanno frequentato il laboratorio di canto di Loredana Spata, quest´anno dedicato alla bossanova (Rosalia Mignogna, Cristina Cannella, Glenda Scolaro, Roberta Genna, Bintu Badiane,  Anna Armao e  Annalisa Arcoleo), con la partecipazione straordinaria della cantante brasiliana Anna Flora, hanno dato vita ad una serata d’ascolto suggestivo, interpretando alcuni tra i più conosciuti samba-cancao del repertorio brasiliano.

 

jobim60 

 

Loredana Spata, apprezzata docente di canto moderno che da più di un decennio si occupa di didattica della voce  e del canto, è intervenuta per condurre la serata, legata dal filo conduttore della musica, che l’ha fatta da padrona. Una serata diversa dalla altre due che l’hanno preceduta, sia come impostazione, che come sonorità, ma ugualmente attraente e coinvolgente.

 

Lo spettacolo è stato interamente dedicata alla musica del grande compositore brasiliano, Antonio Carlos Jobim, più noto come Tom Jobim, inventore della Bossanova  (che letteralmente significa nuova tendenza), esperienza musicale che si intende nata ufficialmente nel 1958 sotto le influenze "minimaliste" europee, della "rive gauche" francese  e del "cool jazz"  statunitense, in un clima di rinascita politica ed economica del Brasile di Juscelino Kubitschek.

Melodie come "The girl from Ipanema”, “Corcovado”, “Desafinado”, “Samba de uma nota so”, “So danco samba” sono ormai entrate a pieno titolo nel  panorama della musica mondiale e sono state reinterpretate dai maggiori strumentisti e cantanti di musica brasiliana e di jazz.

 

jobim2

Tom Jobim

 

Una musica suadente, quella della Bossanova, tutta “Brasile”, attraente ed un po’ “traditrice”: basta perdere un attimo il controllo e conquista; se poi si persevera, entra nel sangue e non va più via. Una musica fatta di suoni e di parole, di quell’accento affascinante che richiama immediatamente le suggestioni delle spiagge di Ipanema, del Samba danzato per le strade, delle scuole di questo Samba, che si battono senza esclusione di colpi per conquistare il titolo di miglior gruppo del Carnevale di Rio.

 

Già quella lingua, così simile alla nostra, poiché di matrice latina, ma più chiusa, più criptica, ripiegata su se stessa, quando viene pronunciata “richiama” a sé, imperiosamente, la musica: su tale propria lingua natale, Tom Jobim riuscì a “ricamare” capolavori di sentimento e sensualità suadente, complicando il compito del cantante di turno, poiché la Bossanova non è facile da intonare, e, nello stesso tempo, fu capace di mantenere ed esaltare quel “ritmo” che sta nel DNA dei brasiliani e che è anch’esso contagioso per gli ascoltatori.

 

Concerto Bossanova L Spata 27 agosto  2008 066

La cantante brasiliana Anna Flora

 

L’atmosfera del Costabianca, sotto uno splendido cielo stellato, ha contribuito a rendere ancora più suggestivo il Concerto, che ha avuto un pubblico numeroso e partecipe; segno che la buona musica richiama sempre a sé  folle di intenditori ed appassionati.

 

Il tris di Concerti ESTATEMUSICA Jazz a Realmonte, ha dimostrato, nell’arco di tre intense serate di musica a livello internazionale, la scelta vincente del Comune di Realmonte, con in testa il Sindaco, ing. Giuseppe Farruggia e l’infaticabile Assessore alla Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo, prof. Paolo Salemi, il quale ha avuto l’intuizione che tre serate del genere avrebbero potuto contribuire al lancio di Realmonte nel panorama di luoghi e circostanze che offrono ai villeggianti ed ai numerosi turisti spettacoli di altissimo livello, superando lo standard di qualsiasi altro Comune dell’agrigentino e ponendo Realmonte al centro dell’attenzione del pubblico, dei media e degli amanti della Cultura, che, ormai, è di casa nella cittadina dell’agrigentino.

 

jobim54 

 

Con la promessa di un “ritorno” di tutti i musicisti partecipanti e di un ampliamento della Manifestazione per l’anno 2009, si è conclusa così, il 27 u.s., la kermesse jazzistica, che ha attirato su Realmonte l’attenzione di pubblico e Critica di livello internazionale.

 

Natalia Di Bartolo

 

http://www.teatro.org/spettacoli/recensioni/estate_musica_jazz_loredana_spata_tribute_to_jobim_11267#recens

 

http://www.comune.realmonte.ag.it/index.php?option=com_content&task=view&id=51&Itemid=1

 

http://nataliadibartolo.spaces.live.com

 

http://laboratoriopitturando.spaces.live.com

 

http://www.agrigentoflash.it/news/show/realmonte-loredana-spata-%E2%80%9Ctribute-to-jobim%E2%80%9D.html

 

http://www.comunicalo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1096&Itemid=1

 

Realmonte (AG), ESTATEMUSICA JAZZ: LOREDANA SPATA, “TRIBUTE TO JOBIM”: come il Brasile entra nel sangue

 

Serata “soft”, il 27 agosto u.s. nella splendida cornice dell’anfiteatro Costabianca di Realmonte: si è chiuso in bellezza con LOREDANA SPATA: "TRIBUTE TO JOBIM" l’Evento ESTATEMUSICA JAZZ, facente parte delle manifestazioni COSTABIANCA 2008 della città della Scala dei Turchi.

 

Concerto Bossanova L Spata 27 agosto  2008 033

Loredana Spata con una splendida ragazza brasiliana

 

Sostenuti da una consistente e navigata sezione ritmica (Paolo Passalacqua al pianoforte, Igor Ciotta al basso, Sergio Schifano alla chitarra, Paolo Mignosi alla batteria) e da eccellenti solisti come il  chitarrista palermitano Vincenzo Palermo, il sassofonista Orazio Maugeri e la cantante Florinda Piticchio,  7 voci  che hanno frequentato il laboratorio di canto di Loredana Spata, quest´anno dedicato alla bossanova (Rosalia Mignogna, Cristina Cannella, Glenda Scolaro, Roberta Genna, Bintu Badiane,  Anna Armao e  Annalisa Arcoleo), con la partecipazione straordinaria della cantante brasiliana Anna Flora, hanno dato vita ad una serata d’ascolto suggestivo, interpretando alcuni tra i più conosciuti samba-cancao del repertorio brasiliano.

 

jobim60 

 

Loredana Spata, apprezzata docente di canto moderno che da più di un decennio si occupa di didattica della voce  e del canto, è intervenuta per condurre la serata, legata dal filo conduttore della musica, che l’ha fatta da padrona. Una serata diversa dalla altre due che l’hanno preceduta, sia come impostazione, che come sonorità, ma ugualmente attraente e coinvolgente.

 

Lo spettacolo è stato interamente dedicata alla musica del grande compositore brasiliano, Antonio Carlos Jobim, più noto come Tom Jobim, inventore della Bossanova  (che letteralmente significa nuova tendenza), esperienza musicale che si intende nata ufficialmente nel 1958 sotto le influenze "minimaliste" europee, della "rive gauche" francese  e del "cool jazz"  statunitense, in un clima di rinascita politica ed economica del Brasile di Juscelino Kubitschek.

Melodie come "The girl from Ipanema”, “Corcovado”, “Desafinado”, “Samba de uma nota so”, “So danco samba” sono ormai entrate a pieno titolo nel  panorama della musica mondiale e sono state reinterpretate dai maggiori strumentisti e cantanti di musica brasiliana e di jazz.

 

jobim2

Antonio Carlos (Tom) Jobim

 

Una musica suadente, quella della Bossanova, tutta “Brasile”, attraente ed un po’ “traditrice”: basta perdere un attimo il controllo e conquista; se poi si persevera, entra nel sangue e non va più via. Una musica fatta di suoni e di parole, di quell’accento affascinante che richiama immediatamente le suggestioni delle spiagge di Ipanema, del Samba danzato per le strade, delle scuole di questo Samba, che si battono senza esclusione di colpi per conquistare il titolo di miglior gruppo del Carnevale di Rio.

 

Già quella lingua, così simile alla nostra, poiché di matrice latina, ma più chiusa, più criptica, ripiegata su se stessa, quando viene pronunciata “richiama” a sé, imperiosamente, la musica: su tale propria lingua natale, Tom Jobim riuscì a “ricamare” capolavori di sentimento e sensualità suadente, complicando il compito del cantante di turno, poiché la Bossanova non è facile da intonare, e, nello stesso tempo, fu capace di mantenere ed esaltare quel “ritmo” che sta nel DNA dei brasiliani e che è anch’esso contagioso per gli ascoltatori.

 

Concerto Bossanova L Spata 27 agosto  2008 066

La cantante brasiliana Anna Flora con una delle allieve del Corso di Bossanova

 

L’atmosfera del Costabianca, sotto uno splendido cielo stellato, ha contribuito a rendere ancora più suggestivo il Concerto, che ha avuto un pubblico numeroso e partecipe; segno che la buona musica richiama sempre a sé  folle di intenditori ed appassionati.

 

Il tris di Concerti ESTATEMUSICA Jazz a Realmonte, ha dimostrato, nell’arco di tre intense serate di musica a livello internazionale, la scelta vincente del Comune di Realmonte, con in testa il Sindaco, ing. Giuseppe Farruggia e l’infaticabile Assessore alla Cultura, Turismo, Sport e Spettacolo, prof. Paolo Salemi, il quale ha avuto l’intuizione che tre serate del genere avrebbero potuto contribuire al lancio di Realmonte nel panorama di luoghi e circostanze che offrono ai villeggianti ed ai numerosi turisti spettacoli di altissimo livello, superando lo standard di qualsiasi altro Comune dell’agrigentino e ponendo Realmonte al centro dell’attenzione del pubblico, dei media e degli amanti della Cultura, che, ormai, è di casa nella cittadina dell’agrigentino.

 

jobim57 

 

Con la promessa di un “ritorno” di tutti i musicisti partecipanti e di un ampliamento della Manifestazione per l’anno 2009, si è conclusa così, il 27 u.s., la kermesse jazzistica, che ha attirato su Realmonte l’attenzione di pubblico e Critica di livello internazionale.

 

Natalia Di Bartolo

 

 

http://www.teatro.org/spettacoli/recensioni/estate_musica_jazz_loredana_spata_tribute_to_jobim_11267#recens

 

http://www.comune.realmonte.ag.it/index.php?option=com_content&task=view&id=51&Itemid=1

 

http://laboratoriopitturando.spaces.live.com

 

http://www.agrigentoflash.it/news/show/realmonte-loredana-spata-%E2%80%9Ctribute-to-jobim%E2%80%9D.html

 

http://www.comunicalo.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1096&Itemid=1

 

 

IV ESTEMPORANEA di Pittura “LIDO ROSSELLO 2008”: gran successo di partecipanti e pubblico

 
Bella giornata domenica 24 agosto u.s. sulla spiaggia del Lido Rossello a Realmonte, per la IV Estemporanea di pittura "Capo Rossello 2008": oltre 40 partecipanti, provenienti da tutta la Sicilia,  si sono cimentati con un’opera pittorica estemporanea da consegnare entro le 19 dello stesso giorno.
 
Estemporanea IV  24 agosto  2008 024
 
Fermento nel gazebo dell’Organizzazione, con gli artisti, nonché giurati, Carmelo Presti, Stefano Gallitano, Natalia Di Bartolo, coadiuvati dall’Assessore alla Cultura, Sport e Spettacolo, prof. Paolo Salemi, e da altri volenterosi, impegnatissimi ad accogliere i partecipanti ed a fornire loro indicazioni e tutto il necessario. Si sentiva tanto la mancanza del pittore Giovanni Proietto, assente per gravi motivi di famiglia, ma, come si dice, "the show must go on". Indispensabili, ovviamente, le presenze anche del Sindaco Giuseppe Farruggia, Presidente della Giuria, e degli altri Giurati; presenza massiccia di amici e conoscenti che si sono avvicendati sulla spiaggia a dare una mano all’Organizzazione.
 
Gli artisti si sono dislocati sul bel litorale e lungo le strade del Lido, muniti di cavalletti, ombrelloni e cappelli, mettendosi alacremente al lavoro fin dalle prime ore della mattinata.
 
L’atmosfera era resa particolarmente gioiosa dalla presenza di molti bambini, che anch’essi hanno partecipato ad una kermesse artistica a loro dedicata, con l’entusiasmo e la spontaneità che li caratterizza e con mamme affannate al seguito ad aiutarli a far bella figura.
 
I membri della Giuria passeggiavano piacevolmente, andando a "curiosare" ora l’uno, ora l’altro quadro in lavorazione, socializzando gradevolmente con gli artisti che lavoravano senza badare al caldo, né alla confusione in spiaggia.
 
Assai gradevole il momento conviviale del pranzo, offerto ad ospiti ed ai partecipanti dall’Organizzazione ed abilmente preparato da una cuoca d’eccezione, la prof.ssa Anna Montante, moglie dell’Assessore Paolo Salemi, che ha imbandito un vero e proprio banchetto per quasi cento persone.
 
Subito dopo il pranzo, i pittori sono tornati al lavoro ed alle h. 19 i lavori sono stati tutti consegnati alla Giuria, che era formata da:
 
Sindaco Giuseppe Farruggia, Presidente
Salvatore Cacciatore
Natalia Di Bartolo
Stefano Gallitano
Carmelo Presti
Giuseppe Salemi
Filippo Sciacca
 
La Giuria si è riunita e, senza particolari discussioni e diverbi, ha scelto e decretato i vincitori del tre premi previsti, assegnando anche due Menzioni Speciali non previste dal Bando.
 
Alle h. 21,30, al Teatro Costabianca, la premiazione, che ha preceduto il prestigioso Concerto Jazz del Daniela Schaechter Quintet.
 
Sul palco, il Sindaco ing. Giuseppe Farruggia, il Vice Sindaco Pietro Cappello, l’Assessore alla Cultura prof. Paolo Salemi,  l’Assessore Calogero Arcuri, il Consigliere Alfonso Burgio e, ovviamente, la Giuria al completo, con la dott.ssa Natalia Di Bartolo, che ha pure condotto la serata.
 
Per prima è stata la volta dei bambini: tutti premiati, con un attestato. Poi l’annuncio degli attesissimi premi.
 
Il PRIMO PREMIO è andato al pittore TOMMASO SERRA, con il polimaterico "Luoghi per gli dei".  Il suo dipinto ha riscosso l’unanimità dei giudizi della Giuria, che non ha avuto dubbi nell’assegnare il primo premio.
 

Estemporanea IV premiazione 24 agosto  2008 094

Il momento della premiazione del vincitore Tommaso Serra 

 

Il SECONDO PREMIO è andato al pittore LUCA SCAGLIONE, già vincitore della I Estemporanea 2006, con un toccante polimaterico ispirato ai naufragi dei clandestini sulle nostre coste.
 
Il TERZO PREMIO alla pittrice Stefania Bruno, già vincitrice del primo premio nella scorsa estemporanea 2007, che ha presentato un trittico di dipinti di delicata ispirazione ed esecuzione.
 
MENZIONI SPECIALI al giovanissimo disegnatore Giovanni Castelli ed al pittore Giovanni Castronovo. 
 
Le foto della giornata, nonchè i dipinti sono visionabili nell’album apposito del Laboratorio Pitturando.
 
Le opere vincitrici, come da Bando, rimangono al Comune di Realmonte, quali "basi" per la creazione di una Pinacoteca Comunale di ottimo livello.
 
Una giornata davvero piacevole, quindi, ed all’insegna dell’arte e della Cultura, che stanno invadendo finalmente Realmonte, insieme a frotte di turisti, in un fermento che è auspicabile proceda a grandi passi per esaltare sempre più  i doni della Natura e della Cultura Realmontese.
 
Giuseppe Vella
 
 
 
 
 
 

ESTATEMUSICA JAZZ: LOREDANA SPATA in CONCERTO al COSTABIANCA, 27 agosto

 

Si conclude con l’attesissimo Concerto della cantante LOREDANA SPATA l’Evento ESTATEMUSICA JAZZ 2008, organizzato dall’Amministrazione del Comune di Realmonte, con in testa il Sindaco, ing. Giuseppe Farruggia e l’Assessore alla Cultura, Sport e Spettacolo, prof. Paolo Salemi, nell’ambito delle Manifestazioni COSTABIANCA ESTATE 2008.

 

Loredana Spata

 

L’appuntamento è all’anfiteatro Costabianca,  il 27 agosto alle h. 21.30. Il Concerto, di grande rilievo, sarà dedicato ad Antonio Carlos Jobim, portando appunto il titolo “Falando de amor e di Tom Jobim" , grande compositore brasiliano, più noto come Tom Jobim, inventore della Bossanova  (che letteralmente significa nuova tendenza).

 

Lo spettacolo vedrà sulla scena la suddetta, celebre cantante palermitana Loredana Spata, che è anche una grande promotrice di eventi, rassegne, stages dedicati al canto, dirige una Scuola, invitando spesso personalità di spicco nell’ambito del canto jazz ed offre la propria collaborazione in corsi di specializzazione come nel caso delle clinics organizzate in Svizzera dal trombonista Hal Crook o, ancora presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo all’interno del progetto Lezioni di Jazz.

 

L’artista sarà sostenuta da una consistente e navigata sezione ritmica e da eccellenti solisti come il  chitarrista palermitano Vincenzo Palermo, il sassofonista Orazio Maugeri e la cantante Florinda Piticchio,  oltre a 7 voci  che hanno frequentato il laboratorio di canto di Loredana Spata, quest´anno dedicato alla bossa nova (Rosalia Mignogna, Cristina Cannella, Glenda Scolaro, Roberta Genna, Bintu Badiane,  Anna Armao e  Annalisa Arcoleo).

L’esibizione della solista e del suo folto gruppo di musicisti, che segue l’applaudito Concerto del trio Menconi, Cafiero, Ciotta, che ha aperto il 22 agosto la Rassegna jazzistica realmontese,  seguito dal grande successo, il 24 u.s., del “Daniela Schaechter Quintet” direttamente da New York, verterà, come gli altri, su un repertorio ad altissimo livello, che comprenderà alcuni tra i più conosciuti samba-cancao del repertorio brasiliano, con melodie come The girl from Ipanema, Corcovado, Desafinado, Samba de uma nota so, così come richiede l’Evento, in un Programma Estivo che mira sempre più in alto, offrendo al pubblico il meglio della Cultura e, in questo caso, della Musica che si trovi in questo momento sui palcoscenici più prestigiosi di tutto il mondo.

 

Grande attesa e curiosità, quindi, per il Concerto della Spata, che è già accompagnato dall’auspicio di un sollecito ritorno del grande Jazz internazionale sul palcoscenico realmontese.

 

N.D.B.

 

http://www.comune.realmonte.ag.it/index.php?option=com_content&task=view&id=49&Itemid=1

 

REALMONTE (AG): per ESTATEMUSICA JAZZ Il “turbine” DANIELA SCHAECHTER: un forza della Natura

Una lunga e piacevole giornata d’Arte a Realmonte, domenica 24 agosto u.s.: dopo lo svolgimento e la premiazione della riuscitissima IV Estemporanea di Pittura “Capo Rossello 2008, alle h. 22.00 lo splendido anfiteatro Costabianca è stato come “scosso” da un positivo tremore: è arrivata sul palco Daniela Schaechter.

 

jazz01.small_jpg

 

Un vero turbine, questa ragazza messinese che vive e lavora a New York, una dimostrazione di come la Musica possa essere qualcosa di insito nel sangue, nel DNA, addirittura, traducendosi in un’espressione passionale ed appassionata, coinvolgente e positivamente “invasiva”: quando suona Daniela, con i suoi quattro Musicisti, in formazione “Daniela Schaechter Quintet”, non c’è più spazio per nient’altro.

 

 

jazz14.-small-jpg

 

Musica e solo musica, in una geometria assolutamente incalzante ed imprevedibile; tutto un concerto basato su sue composizioni, alcune già facenti parte dei suoi CD musicali, altre ancora inedite o addirittura senza titolo, come la splendida “Untitled”, ideata durante un viaggio in pullman da new York a Boston; un pullman cinese, di quelli che perdono pezzi e non lesinano scossoni ai passeggeri…e allora l’imprevedibile Daniela cosa fa? Per non badare alle scomode condizioni di viaggio, inizia a buttar giù idee musicali, che verranno trasformate in un brano di gradevolissimo e coinvolgente ascolto.

 

Con Igor Ciotta al basso, Aldo Oliveri alla tromba, Gaspare Palazzolo al sax e Marcello Pellitteri alla batteria, Daniela Schaechter domina lo strumento pianoforte, piegandolo senza pietà ai suoi voleri. E sono voleri complessi, intriganti e ritmicamente travolgenti, che si traducono in sonorità colorite e sottolineate spesso dalla gradevole voce dell’interprete.

 

jazz21

 

Il pubblico, rapito da tanto entusiasmo ed energia, ha espresso anche con applausi a scena aperta il gradimento ed il coinvolgimento in una musica assolutamente personale e mai uguale a se stessa, infallibilmente coerente, ma mai ripetitiva, profondamente statunitense, pur restando incredibilmente e radicalmente siciliana. Una musica fatta di complesse armonie e ritmi incalzanti, in una ridondanza che non diventa mai eccesso.

 

Una vera forza della Natura, quindi, questa giovane donna esile, bionda e graziosa: un gigante, quando si siede al piano e ne fa ciò che vuole. E’ la musica che gli stati Uniti per primi amano e coltivano ed è lì che Daniela ha trovato l’humus fertile per dar forma alle proprie fantasie sonore, trovando nel Jazz la fonte di un’espressione che cattura ed “imprigiona” piacevolmente l’ascoltatore.

 

Stati Uniti, patria del Jazz, Stati Uniti, patria adottiva della nostra musicista: i newyorkesi per primi la conoscono bene la nostra Daniela, che raccoglie da tempo allori meritati nella “grande mela” ed oltre, presentandosi ormai al mondo come una delle certezze del Jazz contemporaneo.

 

jazz13

 

Averla a Realmonte con il suo gruppo è stato un vero e proprio dono fatto ai realmontesi ed a tutto il numeroso pubblico accorso al Costabianca dall’Amministrazione della città agrigentina, con in testa il Sindaco, ing. Giuseppe Farruggia e l’Assessore alla Cultura, Turismo, Sport e spettacolo, prof. Paolo Salemi.

 

Come prima accennato, quindi, domenica 24 Agosto l’Arte ferveva a Realmonte in multiformi aspetti: è così che vale la pena di trascorrere l’estate nella cittadina della Scala dei Turchi, sede di Cultura ed ormai inserita in un circuito musicale di livello internazionale che le dà lustro e gratifica villeggianti e turisti con spettacoli di altissimo livello: ESTATEMUSICA JAZZ, un tris di Concerti indovinatissimo, al quale manca ancora il contributo di Loredana Spata, con il suo “Tribute to Jobim”, che concluderà l’importante evento Jazzistico realmonterse ed al quale, ne siamo certi, nessuno potrà mancare il prossimo 27 agosto, sempre al teatro Costabianca.

 

Natalia Di Bartolo

 
 
 
 
 

REALMONTE (AG): per ESTATEMUSICA JAZZ Il “turbine” DANIELA SCHAECHTER: un forza della Natura

 

Una lunga e piacevole giornata d’Arte a Realmonte, domenica 24 agosto u.s.: dopo lo svolgimento e la premiazione della riuscitissima IV Estemporanea di Pittura “Capo Rossello 2008, alle h. 22.00 lo splendido anfiteatro Costabianca è stato come “scosso” da un positivo tremore: è arrivata sul palco Daniela Schaechter.

 

jazz01.small_jpg

 

Un vero turbine, questa ragazza messinese che vive e lavora a New York, una dimostrazione di come la Musica possa essere qualcosa di insito nel sangue, nel DNA, addirittura, traducendosi in un’espressione passionale ed appassionata, coinvolgente e positivamente “invasiva”: quando suona Daniela, con i suoi quattro Musicisti, in formazione “Daniela Schaechter Quintet”, non c’è più spazio per nient’altro.

 

jazz21 

 

Musica e solo musica, in una geometria assolutamente incalzante ed imprevedibile; tutto un concerto basato su sue composizioni, alcune già facenti parte dei suoi CD musicali, altre ancora inedite o addirittura senza titolo, come la splendida “Untitled”, ideata durante un viaggio in pullman da new York a Boston; un pullman cinese, di quelli che perdono pezzi e non lesinano scossoni ai passeggeri…e allora l’imprevedibile Daniela cosa fa? Per non badare alle scomode condizioni di viaggio, inizia a buttar giù idee musicali, che verranno trasformate in un brano di gradevolissimo e coinvolgente ascolto.

 

Con Igor Ciotta al basso, Aldo Oliveri alla tromba, Gaspare Palazzolo al sax e Marcello Pellitteri alla batteria, Daniela Schaechter domina lo strumento pianoforte, piegandolo senza pietà ai suoi voleri. E sono voleri complessi, intriganti e ritmicamente travolgenti, che si traducono in sonorità colorite e sottolineate spesso dalla gradevole voce dell’interprete.

 

jazz14.-small-jpg

 

Il pubblico, rapito da tanto entusiasmo ed energia, ha espresso anche con applausi a scena aperta il gradimento ed il coinvolgimento in una musica assolutamente personale e mai uguale a se stessa, infallibilmente coerente, ma mai ripetitiva, profondamente statunitense, pur restando incredibilmente e radicalmente siciliana. Una musica fatta di complesse armonie e ritmi incalzanti, in una ridondanza che non diventa mai eccesso.

 

Una vera forza della Natura, quindi, questa giovane donna esile, bionda e graziosa: un gigante, quando si siede al piano e ne fa ciò che vuole. E’ la musica che gli stati Uniti per primi amano e coltivano ed è lì che Daniela ha trovato l’humus fertile per dar forma alle proprie fantasie sonore, trovando nel Jazz la fonte di un’espressione che cattura ed “imprigiona” piacevolmente l’ascoltatore.

 

Stati Uniti, patria del Jazz, Stati Uniti, patria adottiva della nostra musicista: i newyorkesi per primi la conoscono bene la nostra Daniela, che raccoglie da tempo allori meritati nella “grande mela” ed oltre, presentandosi ormai al mondo come una delle certezze del Jazz contemporaneo.

 

 Estemporanea IV premiazione 24 agosto  2008 114

 

Averla a Realmonte con il suo gruppo è stato un vero e proprio dono fatto ai realmontesi ed a tutto il numeroso pubblico accorso al Costabianca dall’Amministrazione della città agrigentina, con in testa il Sindaco, ing. Giuseppe Farruggia e l’Assessore alla Cultura, Turismo, Sport e spettacolo, prof. Paolo Salemi.

 

Come prima accennato, quindi, domenica 24 Agosto l’Arte ferveva a Realmonte in multiformi aspetti: è così che vale la pena di trascorrere l’estate nella cittadina della Scala dei Turchi, sede di Cultura ed ormai inserita in un circuito musicale di livello internazionale che le dà lustro e gratifica villeggianti e turisti con spettacoli di altissimo livello: ESTATEMUSICA JAZZ, un tris di Concerti indovinatissimo, al quale manca ancora il contributo di Loredana Spata, con il suo “Tribute to Jobim”, che concluderà l’importante evento Jazzistico realmonterse ed al quale, ne siamo certi, nessuno potrà mancare il prossimo 27 agosto, sempre al teatro Costabianca.

 

 Natalia Di Bartolo