REALMONTE (AG): per ESTATEMUSICA JAZZ Il “turbine” DANIELA SCHAECHTER: un forza della Natura

Una lunga e piacevole giornata d’Arte a Realmonte, domenica 24 agosto u.s.: dopo lo svolgimento e la premiazione della riuscitissima IV Estemporanea di Pittura “Capo Rossello 2008, alle h. 22.00 lo splendido anfiteatro Costabianca è stato come “scosso” da un positivo tremore: è arrivata sul palco Daniela Schaechter.

 

jazz01.small_jpg

 

Un vero turbine, questa ragazza messinese che vive e lavora a New York, una dimostrazione di come la Musica possa essere qualcosa di insito nel sangue, nel DNA, addirittura, traducendosi in un’espressione passionale ed appassionata, coinvolgente e positivamente “invasiva”: quando suona Daniela, con i suoi quattro Musicisti, in formazione “Daniela Schaechter Quintet”, non c’è più spazio per nient’altro.

 

 

jazz14.-small-jpg

 

Musica e solo musica, in una geometria assolutamente incalzante ed imprevedibile; tutto un concerto basato su sue composizioni, alcune già facenti parte dei suoi CD musicali, altre ancora inedite o addirittura senza titolo, come la splendida “Untitled”, ideata durante un viaggio in pullman da new York a Boston; un pullman cinese, di quelli che perdono pezzi e non lesinano scossoni ai passeggeri…e allora l’imprevedibile Daniela cosa fa? Per non badare alle scomode condizioni di viaggio, inizia a buttar giù idee musicali, che verranno trasformate in un brano di gradevolissimo e coinvolgente ascolto.

 

Con Igor Ciotta al basso, Aldo Oliveri alla tromba, Gaspare Palazzolo al sax e Marcello Pellitteri alla batteria, Daniela Schaechter domina lo strumento pianoforte, piegandolo senza pietà ai suoi voleri. E sono voleri complessi, intriganti e ritmicamente travolgenti, che si traducono in sonorità colorite e sottolineate spesso dalla gradevole voce dell’interprete.

 

jazz21

 

Il pubblico, rapito da tanto entusiasmo ed energia, ha espresso anche con applausi a scena aperta il gradimento ed il coinvolgimento in una musica assolutamente personale e mai uguale a se stessa, infallibilmente coerente, ma mai ripetitiva, profondamente statunitense, pur restando incredibilmente e radicalmente siciliana. Una musica fatta di complesse armonie e ritmi incalzanti, in una ridondanza che non diventa mai eccesso.

 

Una vera forza della Natura, quindi, questa giovane donna esile, bionda e graziosa: un gigante, quando si siede al piano e ne fa ciò che vuole. E’ la musica che gli stati Uniti per primi amano e coltivano ed è lì che Daniela ha trovato l’humus fertile per dar forma alle proprie fantasie sonore, trovando nel Jazz la fonte di un’espressione che cattura ed “imprigiona” piacevolmente l’ascoltatore.

 

Stati Uniti, patria del Jazz, Stati Uniti, patria adottiva della nostra musicista: i newyorkesi per primi la conoscono bene la nostra Daniela, che raccoglie da tempo allori meritati nella “grande mela” ed oltre, presentandosi ormai al mondo come una delle certezze del Jazz contemporaneo.

 

jazz13

 

Averla a Realmonte con il suo gruppo è stato un vero e proprio dono fatto ai realmontesi ed a tutto il numeroso pubblico accorso al Costabianca dall’Amministrazione della città agrigentina, con in testa il Sindaco, ing. Giuseppe Farruggia e l’Assessore alla Cultura, Turismo, Sport e spettacolo, prof. Paolo Salemi.

 

Come prima accennato, quindi, domenica 24 Agosto l’Arte ferveva a Realmonte in multiformi aspetti: è così che vale la pena di trascorrere l’estate nella cittadina della Scala dei Turchi, sede di Cultura ed ormai inserita in un circuito musicale di livello internazionale che le dà lustro e gratifica villeggianti e turisti con spettacoli di altissimo livello: ESTATEMUSICA JAZZ, un tris di Concerti indovinatissimo, al quale manca ancora il contributo di Loredana Spata, con il suo “Tribute to Jobim”, che concluderà l’importante evento Jazzistico realmonterse ed al quale, ne siamo certi, nessuno potrà mancare il prossimo 27 agosto, sempre al teatro Costabianca.

 

Natalia Di Bartolo

 
 
 
 
 

Annunci