Grande successo della Collettiva “QUI ARTE” ad ALESSANDRIA DELLA ROCCA (AG)


Grande successo ad Alessandria della Rocca (AG) della Mostra Collettiva, "QUI ARTE", inauguratasi  sabato 8 agosto 2009 nel chiostro del Convento dei Carmelitani.


Il luogo, assai suggestivo e ricco di memorie storiche, ha fatto da privilegiata cornice alla presentazione delle Opere di venticinque artisti, che, tutti ad altissimo livello, si sono prodigati e si prodigano a diffondere le Arti Visive nell’agrigentino ed oltre.




L’inaugurazione ha avuto inizio con un breve intervento dell’assessore alla Cultura di Alessandria della Rocca, Alfonso Frisco, del gallerista  Nicola Bravo e dell’organizzatore della Mostra, il pittore Giovanni Proietto, originario proprio di Alessandria della Rocca, il quale, nella sua breve introduzione ha pure invitato i presenti ad osservare un minuto di silenzio in ricordo della giovane Raffaella Cottone, venuta a mancare prematuramente la notte precedente. Il tragico evento, tra l’altro, ha impedito al pianita M°. Stefano Tesé, cognato della compianta Raffaella, di essere presente per accompagnare, come previsto già sulla locandina, il soprano Natalia Di Bartolo nell’esecuzione di alcune celebri arie d’Opera, che avrebbero fatto da introduzione musicale all’evento d’Arti Visive, al quale la Di Bartolo, come pittrice, ha comunque partecipato. Tacere, ricordando Raffaella, è stato un omaggio doveroso alla vita spezzata della giovane Storica dell’Arte, che non sarebbe mancata all’inaugurazione della Mostra e che l’avrebbe quanto mai gradita.


Da sinistra: Nuccio Mula, Giovanni Proietto, Alfonso Frisca

Subito dopo ha preso la parole il Critico d’Arte Prof. Nuccio Mula, dell’Associazione Internazionale "Critici d’Arte" di Parigi e
Docente Universitario di Filosofia dell’Immagine presso l’Accademia di
Belle Arti  "Michelangelo" di Agrigento,
che  ha sintetizzato con ammirevole e completa concisione il profilo di ciascun artista ed ha sottolineato la rara valenza complessiva dell’Esposizione.


Nuccio Mula e Giovanni Proietto

Numeroso il pubblico, che ha molto apprezzato le Opere esposte, le quali, in un excursus dal figurativo all’informale, tracciano un ritratto quanto mai veritiero e lusinghiero delle potenzialità e delle certezze artistiche  del momento di fervore culturare che pervade la Provincia di Agrigento e, in particolare, Realmonte, da cui provengono diversi degli artisti espositori.



La serata si è conclusa con l’esibizione di un quartetto di sassofoni ed una ricca degustazione di prodotti tipici del luogo, dalle olive al formaggio, alle pizze, ai dolci, che hanno deliziato il folto pubblico, concludendo con la gioia del palato quello che è stata la gioia degli occhi e dello spirito all’inaugurazione di QUI ARTE.

La Mostra resterà aperta al pubblico fino al 13 settembre 2009.

Annunci