CATANIA: il Soprano NATALIA DI BARTOLO al LYCEUM CLUB, in un Récital dedicato all’Opera

Il Soprano catanese Natalia Di Bartolo (a destra nella foto, insieme
alla Presidente del Lyceum di Catania, Sig.ra Lina Costa ed al
pianista, M°. Stefano Sanfilippo) è stata "Ospite Musicale" del Lyceum
Club sabato 19 dicembre 2009, nel Salone-Auditorium dell’Hotel Katane
di Catania.





Rientrando la sua performance nella Stagione Concertistica 2009-2010
del Club, l’Artista è stata accompagnata al pianoforte dal suddetto M°.
Sanfilippo e si è esibita in Concerto per le Gentili Socie del Club e
per gli illustri Ospiti, con un Concerto tutto dedicato all’Opera
italiana e francese, avendo in programma brani di Bellini, Donizetti,
Verdi, Puccini, Gounod e Meyerbeer. Grande il successo riscosso dal
Soprano, che è stata a lungo applaudita, insieme all’ottimo pianista,
ed ha voluto dedicare al pubblico anche due altrettanto apprezzati
fuori programma.



Natalia Di Bartolo è stata, fino a qualche anno fa, socia effettiva del
Lyceum Club di Catania, insieme alla Madre; e la sua nonna paterna è
stata tra le Socie Fondatrici del Lyceum a Catania. Una tradizione di
Famiglia, quindi, per l’Artista, lo storico Club nella sua Sede
catanese.



Appassionata da sempre di Musica Classica, la dott.ssa Natalia Di
Bartolo è stata, dall’età di 18 anni, quale Socia effettiva, assidua
frequentatrice delle Stagioni Concertistiche del Lyceum.


Ancora gli Artisti in gruppo con la Presidente



Allora la Cantante studiava Lettere all’Università e si laureava, con
una Tesi sull’illustre Antenato, l’Incisore Francesco Di Bartolo
(1823-1913) e, contemporaneamente, si dedicava alla Grafica ed alla
Pittura, allora sotto la guida di Nino Mustica, partecipando
attivamente anche alla vita artistica del Club con una Personale e con
svariate Collettive.



Conclusi gli Studi Letterari, Natalia Di Bartolo ha continuato a
dipingere ed ha esposto nuovamente al Lyceum, nel 2001, questa volta
non più da Socia, ma da Ospite invitata dall’Associazione, in un’ampia
Mostra Personale Antologica, dal titolo "Itinerario d’Artista".



Nello stesso tempo, dopo la Laurea, si dedicava finalmente allo studio
dell’adorata Musica, scoprendo doti canore di rara finezza e
sensibilità e studiando Canto Lirico fino a giungere al professionismo .



Adesso, quindi, Natalia Di Bartolo è stata nuovamente Ospite della Sede
di Catania del Club, invitata dal Lyceum ad esibirsi. L’Artista ci
dichiara che questo invito ha rappresentato per lei una tappa molto
significativa della sua Carriera Musicale, anche dal punto di vista
affettivo: non avrebbe mai immaginato, quando, ragazzina, chiedeva
l’autografo al grande pianista Boris Petrushanskij, che sarebbe giunto
il momento per lei di esibirsi sullo storico palco del Lyceum, che per
tanti anni l’aveva fatta sognare ed aveva incrementato in lei l’amore e
la conoscenza della Musica Classica.


Il pubblico del Lyceum al Katane Hotel



NATALIA DI BARTOLO, Soprano Lirico-Leggero, capace di Coloratura, nata
a Catania, vive da qualche anno a Realmonte (AG). Affiancando al canto
gli studi di pianoforte con i maestri Salvatore Margarone e Paul Badura
Skoda, ha conseguito il Diploma Universitario di Alto Perfezionamento
in Canto e Orchestra, a Catania, con Giuseppina Sofia, sotto
l’autorevole bacchetta di Tomasz Bugaj. Si è poi perfezionata in canto
lirico con Elio Battaglia. Ha vinto il III premio nella Sezione canto
al Concorso Musicale Internazionale "La Vallonea" di Tricase (LE), nel
2000, ed ha studiato in Francia nei Master dell’Opéra Francaise. A
Parigi si è perfezionata con Claudie Martinet, già Professeur des roles
lyrique al Conservatoire National de Paris e Chef de Chant al teatro
dell’Opéra de Paris ed a Nizza con Catherine Decaen, titolare della
Cattedra di Canto Lirico nel Conservatoire National de Régione de Nice
e di St. Jean de Luz, accompagnata al pianoforte da Catherine
Gamberoni, Chef de Chant del teatro de l’Opéra de Nice e dell’Opéra
Bastille de Paris. A coronamento di questi studi si è esibita in due
Concerti a Parigi, nella Salle ‘8BN’: nel 2001, accompagnata da
Marie-Christine Goueffon, “Chef” de Chant All’Opéra Studio dell’"Opera
de Paris Bastille"; e nel 2004, accompagnata al pianoforte dalla grande
Claudie Martinet.


Voce rotonda e di colore bruno, ma nello stesso tempo agilissima e
squillante, dotata di notevole estensione sia nei gravi che nei
sovracuti, spazia volentieri, quindi, nel virtuosistico repertorio
mozartiano ed in quello del Melodramma italiano, nutrendo inoltre una
particolare predilezione per il repertorio operistico francese (Gounod,
Meyerbeer e Delibes, soprattutto), ove sia adatto al proprio registro
vocale e ad un temperamento nettamente portato all’interpretazione di
ruoli drammatici. Non trascura, però, il repertorio di Musica Sacra,
prediligendo le agilità mozartiane, ma avendo in repertorio anche
autori come Haendel, Gounod e Mercadante. L’attività da Soprano
dell’Artista è sempre assai ricca d’impegni e prestigiosi appuntamenti,
sia in Italia che all’estero.Dal 2006, quale musicologa ed esperta di
vocalità, spesso viene chiamata a far parte di Giurie di Concorsi
Musicali, fra cui la prestigiosa Rassegna-Concorso Nazionale
"Euterpe-Mediterraneo in musica" per gli alunni delle scuole medie ad
indirizzo musicale, che si svolge ogni anno al Palacongressi di
Agrigento.


Alla sua ricca carriera musicale affianca una florida produzione
letteraria. Si è laureata in Lettere e Filosofia all’Università degli
Studi di Catania, con una Tesi sul suo antenato Francesco Di Bartolo
(1826-1913), uno dei più illustri incisori dell”800 europeo. Questo le
consente di seguire la carriera di storica dell’arte, pubblicando
numerosi saggi e partecipando in qualità di relatrice a diverse
conferenze sull’arte e sulla musica classica. Collabora con la testata
web Teatro.Org come curatrice della rubrica "D’Opera in Opera" ed è
Redattrice per la Sicilia della sezione Opera. Scrive testi in Italiano
e Latino, soprattutto per la Musica Sacra, su http://www.musica-sacra.it, in
particolare in collaborazione con il Compositore sardo M°. Mariano
Garau, ed ha creato e gestisce siti web d’argomento artistico e
musicale. Ha studiato Incisione e Pittura con Nino Mustica, e si è poi
diplomata in ‘Calcografia Classica’ alla Scuola Internazionale di
Grafica di Venezia. Ha esposto ed espone i propri lavori di Grafica,
Pittura e Collage, fin da giovanissima, in Mostre Personali e
Collettive, in Italia ed all’Estero.



STEFANO SANFILIPPO, pianista e direttore d’Orchestra, si è diplomato in
pianoforte con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore
nell’Istituto Musicale "V. Bellini" della sua città, sotto la guida del
M° Corrado Ratto, ottenendo la borsa di studio come migliore diplomato
dell’Istituto stesso.


Dopo aver ottenuto lusinghieri riconoscimenti in numerosi concorsi
nazionali ed internazionali, si è dedicato preminentemente all’attività
concertistica esibendosi da solista, in formazioni cameristiche (in duo
con clarinetto, violoncello, trombone e con quartetto d’archi) e come
maestro accompagnatore di cantanti, in Italia, Austria, Svizzera,
Belgio, Stati Uniti, Romania e Spagna. Vanta un’intensa attività
discografica: ha infatti inciso musica contemporanea di compositori
siciliani in formazioni cameristiche; celebri arie francesi, in duo col
soprano Mata Zerbo; arie belliniane, col tenore Salvatore Emanuele
Samperi; studi didattici per il canto, col soprano Pina Sofia, e brani
di repertorio per duo pianistico, con la pianista Giulia Gangi. Ha
partecipato alla produzione discografica, da pianista accompagnatore,
dello Stabat Mater di A. Scarlatti e E. R. D’Astorga – solisti
Ansermet, Carmignani, Todaro, Abbondanza, dir. Bostock e della Messa 2°
di V. Bellini, del Tantum Ergo e della Missa pro defunctis di G.
Geremia – solisti Ricciarelli, Aparo, Fisichella, Zanasi, dir. Bostock.
E’ stato pianista accompagnatore della Camerata Polifonica Siciliana e
della Budapest Philarmonic Orchestra – Hungarian State Chorus e solista
con “I solisti dell’accademia d’arte e musica”, con l’Italian Chamber
Orchestra, con l’Ente Autonomo Orchestra Sinfonica Siciliana, con
l’Orchestra Filarmonica “Busoni” e con l’Orchestra Filarmonica
Nazionale della Repubblica Moldava. Hanno contribuito alla sua
formazione artistica i maestri: Boris Petrushansky, Aldo Ciccolini,
Anna Maria Cigoli, Vera Gornostaeva, Aquiles delle Vigne, Nora Doallo
e, alla Hochschule di Zurigo, il M° Homero Francesh; per la
composizione, infine, il M° Eliodoro Sollima. Ha frequentato il corso,
per audizione, di maestro collaboratore col M° Donato Renzetti presso
l’Accademia Musicale Pescarese. E’ Pianista Accompagnatore
dell’Istituto Musicale “V. Bellini” di Catania. Ha pubblicato revisioni
di celebri brani d’opera e di musica da camera per canto e pianoforte e
trattati didattici con le Edizioni Armelin di Padova, con le Edizioni
Musicali Novecento di Catania e con le Edizioni Rugginenti di Milano.
Ha studiato direzione d’orchestra coi maestri Aldo Ceccato, Aldo Faldi,
Dario Lucantoni e Donato Renzetti. Ha diretto Gli archi de “I Pomeriggi
Musicali” di Milano, l’orchestra da camera “Kore Ensemble” e la Piccola
Orchestra in Opera da lui stesso fondata. Nell’estate del 2008 ha
diretto Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni.

Inserita il 21 – 12 – 09


Fonte: Giuseppe Vella

Leggi altri articoli di Giuseppe Vella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...