Mese: luglio 2011

Si Conclude L’ANNO SOCIALE LIONS 2010-2011: Il DISCORSO del Retiring President arch. GIUSEPPE VELLA per il passaggio della Campana all’Incoming President dott. Enzo Nucera

Il DISCORSO del Retiring President arch. GIUSEPPE VELLA per il passaggio della Campana all’Incoming President dott. Enzo Nucera.

Annunci

ESCLUSIVA: TEATRO d’ARTE oggi: ‘AMORE e RIVOLUZIONE’

ESCLUSIVA: TEATRO d ARTE oggi:  AMORE e RIVOLUZIONE

[Nella foto, da sin.: Alan Rickman, Francesca Signorini, Simone Domenico Migliorini]

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL TEATRO ROMANO DI VOLTERRA 2011 “Nona e caparbia edizione”: scrive il Direttore Artistico Simone Domenico Migliorini:

“Vorrei scrivere chissà quante pagine, per raccontarvi come questa nona edizione del Festival Internazionale del teatro romano di Volterra, sia stata sofferta.
Vorrei scrivervi chissà quante pagine dei nostri progetti, di come questo Festival potrebbe realmente rappresentare un punto di aggregazione e di forza per il rilancio economico, occupazionale e di immagine della città di Volterra. In mezzo a tutte quelle pagine vi avrei raccontato delle opportunità che in questi anni il Festival ha regalato alla città: incontri fondamentali che sono state scintille di arricchimento culturale, storico, artistico e che potrebbero diventare dei veri e propri fuochi ardenti, solo ce ne fosse la reale volontà. Ma si rischia di disperdere parole al vento e magari essere accusati di autoincensarsi.
Vorrei raccontarvi le difficoltà del farci accettare per la nostra “diversità”, di tutti gli ostacoli che ci sono stati e ci sono continuamente posti davanti da chi dovrebbe, invece, sostenerci ed aiutarci proprio per il nostro essere “diversi”.
Abbiamo subìto una vera e propria aggressione, anche sul piano personale. Attacchi deliranti, che evidenziano debolezza e paura oltre che ignoranza e cattiveria repressa e sono privi di proposte e vuoti di progetti tesi a un convivere utile e civile.
Vi racconterei anche il tormento che più volte ci ha fatto pensare di smettere. Ma ha prevalso l’amore, l’amore incondizionato e gratuito; hanno prevalso il senso di responsabilità, l’incoraggiamento di artisti, intellettuali ed amici; hanno prevalso il bisogno, la necessità biologica del fare.
Abbiamo stretto i denti,cercato collaborazioni. Il progetto si proponeva di promuovere gli artisti volterrani. “Ingenia Volaterrana” si sarebbe chiamato, una sorta di”filiera corta” dell’Arte, a valorizzare una specificità che è rappresentata non solo dal cibo, dal vino, dal paesaggio e dai monumenti, ma anche dall’anima del luogo, che si esterna attraverso gli artisti che hanno attinto alle suggestioni ed alle responsabilità di vivere a Volterra. Dopo numerosi approcci iniziali entusiati dei singoli, ha prevalso la paura del gruppo; la paura di compiere scelte sbagliate, aderendo a un’opportunità piuttosto che a un altra; hanno prevalso ancora una volta lo stare alla finestra, la divisione tra guelfi e ghibellini che sembra condannare questa città, per l’eternità; la “non lotta” che porta forse vantaggi politici ed economici ai singoli, ma danneggia la collettività.
Questa, amici, non è Arte! L’Arte è rivoluzione, è lotta è cambiamento! Non è sufficiente sostenere per strada, a voce bassa, che le cose così non vanno! E’ proprio dell”Arte, ivece, impugnare i forconi e l’ardore della poesia, dell’ amore, dell’ estetica, delle idee, che sono le sue armi di sempre.
Vorrei raccontarvi di come si riesca a realizzare un Festival articolato com’è il nostro con pochi denari: quindicimila euro circa, al momento in cui sto scrivendo.Ma il tutto si riassume in due parole: amore e rivoluzione!
Questo è e vuole essere il Festival internazionale del Teatro romano: “amore e rivoluzione”:
Non è il mio Festival, è il Festival di Tutti, è il Festival della Città, è il Festival di tutte quelle Persone che con me hanno condiviso questa immane fatica. Io ne sono solo un ispiratore, ideatore, un entusiasta sostenitore, sono il “front office”di un gruppo al quale si deve tutto. E l’amicizia vera non ha bisogno di ringraziamenti, basta solo guardarsi negli occhi; l’amicizia vera si percepisce al momento di un brindisi o alla rottura di una voce. Non ringrazio e non ho mai ringraziato gli amici, sarebbe come prendere una distanza, isolare due responsabilità, ergermi ad un ruolo superiore al loro. Io non li ringrazio, preferisco abbracciarli ed essere abbraciato.
Il nostro Festival esiste, “è” ed ha un Progetto. Non è un evento: non credo negli eventi. Gli eventi, a mio parere, dovrebbero essere relegati a una sfera d’investimento privato e non pubblico. Fare Cultura non rappresenta una gara a chi ha più pubblico! Sarebbe errato parametrizzare l’investimento pubblico alle inutili folle partecipanti a un “evento”: l’evento” è alla portata di tutti coloro che hanno denari da investire o, meglio, da spendere.La qualità culturale, il progetto culturale è un qualcosa che si radica nella società civile, magari in silenzio, senza grandi clamori, ma è una pianta che cresce lentamente e che è destinata a sopravvivere. L’evento, invece, o diventa trainante e accelleratore del progetto e del processo, o si rivela vuoto, insignificante e inutile, finalizzato a un lucro, indipendentemente dalla sua qualità, dalla sua motivazione e per questo relegato ad investimenti privati.
La Cultura, matrice del “Progetto” e non dell’evento”, invece, è l’anima di un luogo, è l’essenza più profonda, è l’etnia che si manifesta e si perpetua, è quella che restituisce il senso dell’esistenza “di” e “ad” una città come questa; che le dona il senso del viverci, il senso della visita, che stimola il desiderio di compenetrazione nel luogo.
La Cultura, come quella che cerchiamo di proporre al Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra, vogliamo che sia quella che metta in condizione il turista di accarezzare e conoscere la città e non di stuprarla, il cittadino di esserne accarezzato ed innamorarsene e non di essere aggredito e sopportato.E’ quella, ripeto, che motiva l’esistenza stessa di una città come Volterra e che la tiene in vita, non artificialmente con continui contributi che danno solo ossigeno senza guarire, ma che stimola i suoi organi vitali, il suo subconscio. Una cura indispensabile, alternativa, che sono sicuro contribuirà alla guarigione di questa città, agendo direttamente e in modo non solo terapeutico sul suo cuore e sul suo cervello.”

Come non riflettere amaramente e con ammirazione su tutto questo?

Inserita il 06 – 07 – 11
Natalia Di Bartolo
Leggi altri articoli di Natalia Di Bartolo

http://www.teatro.org/rubriche/prosa/esclusiva_teatro_d_arte_oggi_amore_e_rivoluzione__29070

VOLTERRA: al via il ‘NONO E CAPARBIO’ FESTIVAL del TEATRO ROMANO

Al via la 9° edizione del Festival low cost più invidiato d’Europa, sotto la Direzione Artistica di Simone Domenico Migliorini (nella foto con Francesca Signorini durante un momento di lettura poetica dalle bifore del Palazzo dei Priori, 2010). Con poco meno di 20 mila euro, ben 15 appuntamenti all’insegna dell’alta qualità. Patrocinato da UNESCO e dalle Ambasciate straniere, il Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra spicca tra i festival di tutto il mondo non solo per la sua economicità in questo periodo di crisi e non, ma per il suo rigore, la sua missione e la sua bellezza, immerso com’è in una location millenaria in una città tra le più antiche e belle al mondo.

PROGRAMMA COMPLETO IX EDIZIONE 2011

 Venerdì 8 Luglio ore 21.45

PERCORSO DI UN SOGNO

Direzione Artistica Alessandro Bigonzetti

Premio Volterra Danza IV edizione

Interpreti della serata :

Volterra Danza di Benedetta Betti e Rossella Cambi

Hamlyn Firenze Di Nicoletta Santoro e Alessandra Alberti

Arabesque Livorno di Nicoletta Papetti

Studio Danza Pisa di Annalisa Ciuti

Compagnia DSC Dance Studio Company: Davide Vagnetti, Annalisa Pagnotta, Chiara Bandini, Serena Bassetti, Calogero Failla

Compagnia Maggio Danza Teatro Comunale Firenze: Cristiano Colangelo e Paolo Arcangeli

JUNIOR BdT: Francesco Porcelluzzi e Roberto Tedesco

Danzatrice Teatro alla Scala di Milano: Stefania Ballone Premio Volterra Danza

Sabato 9 luglio ore 22.30

NOTTE BIANCA

JUBILATION GOSPEL CHOIR

diretto da Luca del Tongo

ingresso gratuito

Domenica 10 Luglio ore 21.45

Mistras/Mda ( novità assoluta )

CASSANDRA o del tempo divorato

da Omero, Eschilo, Euripide, Virgilio, Jean Braudillard

e il contributo di Massimo Fini

drammaturgia Pozzi Gatti D’Angelo

musica Daniele D’Angelo

coreografie Aurelio Gatti

costumi Livia Fulvo

luci Stefano Stacchini

realizzazione scene Capannone Moliere

con Elisabetta Pozzi

Hal Yamanouchi, Carlotta Bruni, Rosa Merlino, Martina Armaro

Lunedi 11 Luglio ore 21,45

SAPERE AUDE

compagnia Picc Nicc

regia Alessandro Togoli e Paola Salvadori

nato nella Casa di Reclusione di Volterra, sezione Alta Sicurezza, è stato replicato per sedici volte, in Italia ed all’estero, ed ha avuto molti

riconoscimenti quali:

Premio per la miglior drammaturgia a Festival Nazionale del Teatro Scolastico “Turroni” al Teatro Bonci di Cesena

Premio per il miglior elaborato teatrale da parte dell’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana nel Concorso “I giovani ricordano la shoah”

Premio per le migliori scelte musicali al Festival Internazionale Teatro Lab di Castelnovo ne’ Monti

Premio per la migliore scenografia al Festival Internazionale Teatro Lab di Castelnovo ne’ Monti

Nomination per le tre migliori opere assolute al Festival Internazionale Teatro Lab di Castelnovo ne’ Monti

Martedì 12 Luglio ore 21,45

MDA Produzioni Danza

ORFEO de’ PAZZI

da Agnolo Poliziano

regia e coreografia AURELIO GATTI

musiche detta tradizione etnica,

Esecuzione dal vivo con Michel Audisso – clarino, Marcello Fiorini – fisarmonica

Massimo Carrano – percussioni

con Gianna Beduschi, Paola Bellisari, Monica Camilloni, Annalisa D’Antonio,

Gioia Guida,Giuseppe

Bersani, Giorgio Napolitano

e la partecipazione Ernesto Lama e Elisa Turlà

Mercoledi 13 Luglio ore 21,45

Maria Cristina Nardini presenta

GIOVANNA LOMBARDI in

RACCONTARE LA MAGNANI

testo e Regia Mario Moretti

musiche originali dal vivo Francesco D’Agnolo

voce registrata di Stefano Santerini

Giovedi 14 Luglio ore 21,45

ArwenFilms-MDA ( novità assoluta )

TRUCULENTUS

da Plauto

regia Petrokos Usaja

musiche originali Aldo Azzaro

con Eleonora Brigliadori

Sebastiano Tringali – Cinzia Maccagnano

Manuela Lome

Venerdi 15 Luglio ore 21,45

Jack and Joe Theatre con il sostegno della regione Toscana

La Divina Commedia

Il Purgatorio

(uno spettacolo di Physical-Visual Theatre e poesia)

Regia: Adriano Miliani

Interpreti: Alexey Merkushev, Adriano Miliani, Tiziana Scrocca, Luca Stetur

Musiche Originali: M° Massimo Barsotti

Scenografia: Adriano Miliani, Mirella Lampertico e Riccardo Macinai

Ingegnere del suono: Matteo Ciardi

Luci: Marco Falai e Tommaso Checcucci

Video: Tommaso Branconi

Domenica 17 Luglio ore 21,45

Lyricdancecompany

Direttore Artistico Alberto Canestro

IL MINOTAURO

un’altra verità

Coreografia: Alberto Canestro

Musica: Stefano Burbi

Interpreti: Matteo Ruggiero Alessia Lera José Gregorio Lo Iacono-Salcedo Silvia Calzolari Irene Marino Elisa Carli Elena Dioguardi Giusi Caccavo Elio Marianiello Nicola Giannellini Dario Brevi

Voce recitante: Gaia Nanni

Costumi: Alberto Canestro Teresa Zinno

Scenografia: Andrea Sole Costa

Disegno luci: Chiara Zecchi

Testi: Sebastiano Lungheu

Assistenti alle coreografie: Sabrina Radicchi Stefania Russoniello

3 – 5 Agosto ore 21,45

Festival Internazionale teatro romano

Compagnia L’Avventuracolorata

SALOME’

Carnalità e Lascivia – Escatologia e Sacralità

di e da Oscar Wilde

regia Simone Migliorini

musiche David Dainelli

coreografie Alberto Canestro

Scene e Costumi  in collaborazione con NABA Milano

Margherita Palli

Alice de Bortoli

Antonella Cirigliano

Bettina Colombo, Erin Sisti, Francesca De Francesco, Mattia Bordoni

Denise Carnini, Giacomo Bonacina, Elena Beccaro.

con

Francesca Signorini Salomè

Simone Migliorini Erode

Diego Ribechini Jokanaan

Alba Grigatti Erodiade – Giovane Siriaco

Domenico Belcari Paggio di Erodiade, un Giudeo, un Nazzareno

Giulio Ricci secondo Soldato, un Giudeo, un Nazzareno

Annagrazia Benassai primo Soldato, un Giudeo

Eva Bartoli quello di Cappadocia, un Giudeo

Angelo Cobino Tigellino, un Giudeo.

Antonino Mammino Naaman, un Giudeo, un Nazzareno,

Sabina Guillet un Servo, un Giudeo

4 Agosto

Cerimonia per la consegna dei Premi

OMBRA DELLA SERA

presidente della Giuria Ernesto G. Laura

Nuccio Messina, Edoardo Siravo, Rainero Schembri, Emilio Cabasino, Francesco Tei, Dina D’Isa, Alma Daddario, Maura Catalan, Simone Migliorini, Paolo Coccheri, Lilia Silvi (assessore Cultura Comune di Volterra) Piero Fiumi (Pro Volterra)

premio Tommaso Fedra Inghirami alla carriera

MASSIMO RANIERI

premio Giovan Cosimo Villifranchi alla drammaturgia

VALERIA MORETTI

premio Franco Porretti al volterrano distintosi nelle scienze arti mestieri

Alessandro Finazzo – Finaz (Bandabardò)

premio Bruno Landi alla Lirica

Baritono Roberto Servile

Sabato 6 Agosto

ore 18,00

presentazione del volume

VENERE E OLTRE

racconti sull’amore

di Elisabetta Abbondanza

ore 21,45

legimus

Beate Jensen e Simone Migliorini

Die Beichte Bocchino Belfortis

La Confessione di Bocchino Belforti

di Rudolf Borchardt

musiche David Dainelli

Introduzione scrittrice e poetessa Elisabetta Abbondanza

spettacolo bilingue Tedesco – Italiano

Domenica 7 Agosto ore 21,45

LA COMPAGNIA DI NERINO presenta:

SAN RANIERI – UN LAICO CRISTIANO – IL MUSICAL

Personaggi ed interpreti:

SAN RANIERI : Antonio Gentilini

RANIERI BOTTACCI : Sandro Bracaloni

MESSER DAIBERTO : Cristian Campani

DONNA KINZICA : Maria Giulia Vanni

GANDULFO : ( Padre di S. Ranieri ) Luigi Tana

MINGARDA : ( Madre di Ranieri ) Marta Pisani

FRATE ALBERTO: Vittorio Spolidoro

LEONE: Claudio Mario Pochini

AQUILA: Francesca Guidi

DONNA ROMANA: Maura Battini

DIAVOLO: Alessandro Ciardelli

La COMITIVA DEI PISANI: Nunzio Mastromarino , Alberto Guidi , MicheleTaccini, Antonio Nicoletta

CORO: Marta Pulga , Antonella Belei , MIchela Mastromarino,

Francesco Scimonelli,Paola Fogli,Benedetta Mateuzzi,Gianni Mastromarino, Alberto Guidi,MicheleTaccini,Antonio Nicoletta, Marisa Tacchi, Nunzio Mastromarino.

DIREZIONE DEL CORO: Francesca Guidi

PROGETTAZIONE SCENOGRAFIE: M° Enrico Fornaini

REALIZZAZIONE SCENOGRAFIE: Giuliana Batignani , Francesca Giannoni,VittorioSpolidoro, Claudio Pochini, Francesca Guidi

COSTUMI Coro e Comparse: Albertina Fanelli

COSTUMI: Personaggi principali : Alessandro Ciardelli

MONILI e GIOIELLI: Maria Stanghellini

GRAFICA: Marco Serafini

MAKE-UP: Antonella Belei , Rachele Luppichini , Marco Serafini

RICERCHE STORICHE: Marisa Tacchi

ARRANGIAMENTI MUSICALI: M° Mauro Fabbri

LUCI e AUDIO: Emanuele Terzigni

STAMPA PUBBLICITARIA: Ferruccio Bertolini

SCRITTO e COMPOSTO da : CLAUDIO MARIO POCHINI

REGIA: ALESSANDRO CIARDELLI

Il Verso, L’afflato, Il Canto— Teatro Romano Volterra

Gruppo Culturale Associato Progetto Città
via dei Sarti c/o Teatro Persio Flacco 56048 Volterra (PI)
telefono 349-2308103 fax 0588-90728

info@teatroromanovolterra.it

Natalia Di Bartolo

http://www.teatro.org/rubriche/eventi-toscana/volterra_al_via_il_nono_e_caparbio_festival_del_teatro_romano_29068